Nov 20

Punizione di Emergenza: free!

Bene, come promesso e premesso, rilascio in download totalmente free questa piccola follia, costituita da due novelle o racconti che dir si voglia. Come anticipato in vari post, è un ebook sperimentale senza pretese, puro entertainment , quindi prendetelo per quello che è. Qui sotto troverete le due versioni, una in .pdf e uno in epub per chi possiede un ereader. Attendo fiducioso i commenti. Intanto godetevi la lettura e il video del booktrailer, ricordandovi che potrete trovare il pezzo Boom Boom! a questo indirizzo Revolution Breakfast Itunes oppure direttamente sulla loro pagina Facebook Coffee Overdrive

E ora godetevi il download:
[wpdm_file id=9]
[wpdm_file id=10]

24 comments

1 ping

Vai al modulo dei commenti

  1. Scaricati! 😀
    Poi mi spiegherai come hai risolto il problema dei download

    1. Thanx! Ho risolto grazie a qualche suggerimento avuto dalla Base 🙂 Ho aperto un sito che uso come mirror e da lì scarrrricate a volontà!

  2. Scaricato! 🙂

    1. Grazie! È breve, lo dovresti divorare in mezz’ora 🙂 Attendo i tuoi pareri!

  3. Scaricato 🙂

    1. Gracias! Brucialo subito! 🙂

  4. Ti ho già dato un feedback in Moon Base, ma immagino possa farti piacere averlo anche tra i commenti del blog. 😉

    Ieri notte ho letto il tuo ebook, molto carino devo dire! Mi hanno divertito i personaggi umani, molto cazzeggioni e “normali” e anche i ciambellani, che sono diversi dai soliti stereotipi! 🙂 Bravo 🙂

    1. Grazie Gianluca, davvero molto gentile. Pensa che è nato come scherzo una sera mentre ero a casa da solo… immagina che sogni faccio alla notte 🙂

    • marilena favero on novembre 22, 2011 at 5:00 pm
    • Rispondi

    Mi sono divertita! Grazie! mf

    1. Grazie a te, davvero! 😉

    • ANDREA on novembre 26, 2011 at 7:56 am
    • Rispondi

    Feedback a caldo per la punizione (evito ogni inutile riguardo o formalità):

    In generale il tutto rimane gradevole. Lo scarno numero delle pagine avvisa in partenza della lettura di disimpegno che si potrà fruire.

    Trovo che la storia langua alquanto (nonostante gli “effetti speciali”) e langue anche l’inner evolution dei personaggi.
    Sembra proprio il racconto di uno che tra inzio e fine capisce poco di quello che gli capita e l’autore (completamente assente nel testo) non gli da (e non ci da) una mano.

    Il protagonista ricorda qualche famoso drogato del cinema di nostra conoscenza e non si discosta molto dal quel cliché (senza infamia e senza lode). Il che mitiga la considerazione precedente (se si droga non è che la realtà lo colpisca più di tanto).

    Il tutto pare nato da una considerazione qualunquista e millenarista insieme (speriamo che arrivino gli extraterrestri a ripulire il mondo perché l’uomo non ha speranza). Il pessimismo di fondo e la banalità del pensiero originario non pregiudicano di base la qualità dello scritto e in questo senso i pregiudizi non fanno testo (voglio dire che uno può scrivere elegantemente e divinamente anche se sta parlando di argomenti tutt’altro che eleganti o divini).

    Il testo risulta satinato e levigato, indice di capacità di sintesi. Sarei curioso di sapere quante volte è stato limato rispetto alla prima stesura. In genere questa cosa (sintesi) si impara o leggendo molto o rileggendo molto il proprio scritto (la chiamo “arte a togliere”).

    Il ritmo dialoghi-pensieri regge il passo, è snello e sufficientemente bilanciato.

    Qualche exploit nei dialoghi dei personaggi rompono la ritmica grammaticale è risulta ben riuscito creando l’effetto che chiamo “rude-real” tanto caro ai lettori KINGhiani come me.

    Giudizio sintetico: un educato esercizio di stile, leggerino.

    • ANDREA on novembre 26, 2011 at 7:57 am
    • Rispondi

    Lei che è dotato dei sommi poteri di questo blog rimuova l’altro mio post “mal post”.

    1. Non ci penso nemmeno a rimuoverlo da là: solo ieri sera ha avuto 37 letture! 😀

  5. ce ne fossero – a mio modestissimo parere – di educati e leggeri esercizi di stile come questo. E’ divertente, originale e pure visionario … con quell’impalpabile abbandono onirico che è difficilissimo da rendere …

    1. Ciao Claudio, innanzitutto benvenuto in questo angolo sulla soglia dell’estinzione 🙂
      Sei molto gentile, spero di riuscire a ricambiare la tua fiducia con i prossimi lavori 😀 Grazie ancora Hermano!

  6. lo hai già fatto

    1. Allora non mi resta che farti leggere Le Nove Stelle 🙂

  7. Ahah finalmente siamo riusciti a scaricarlo! La risata era per l’ultima frase dei ringraziamenti 😉

    Grazie a te, Herr Bango, che ci onori della fiducia di considerarci tra i tuoi primi lettori.

    E adesso spaaaaaaaaaammmm!!!!!!

    1. 🙂 Beh, sono stato onesto con l’ultima frase, no?
      Vi do fiducia? Per forza, avete tanto coraggio e pazienza a leggere 🙂

  8. Tsk, se mi butti questi ami…
    Noo, Bango, ma che pazienza, ci divertiamo un sacco e ci commuoviamo e il coraggio è tutto tuo.
    Ecco!

    1. Thanx a lot! Io a farlo mi diverto ed è ancora più piacevole sapere che qualcuno legge volentieri 😉

    • Giulio on dicembre 15, 2011 at 7:59 pm
    • Rispondi

    Haha bravo Marco è stato proprio spassoso! Questo atteggiamento pulp, se posso chiamarlo così, dei personaggi verso le situazioni di sconvolgimento mi è proprio piaciuto! Poteva venirne fuori una storia serissima in realtà, ma è bella proprio la mancanza di serietà! E tazzagrande è il migliore XD

    1. Grazie Giulio 😉 Pensa che è stato scritto in due tempi e un po’ per caso. Hai visto il booktrailer?

    • Giulio on dicembre 16, 2011 at 6:11 pm
    • Rispondi

    Si anche il booktrailer è figo sì!!

  1. […] vuole la licenza! L’ho scritto un sabato mattina mentre attendevo di rilasciare il mio ebook free Punizione d’Emergenza. Sotto consiglio della Base, avevo deciso di attendere il lunedì per non togliere visibilità nel […]

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: