«

»

Dic 19

Top 5: i cinque personaggi dei GDR che ho amato di più

Classifica dei cinque personaggi che ho creato e interpretato in questi anni, alcuni vivi solo nei ricordi. Ho citato i cinque che forse più mi sono rimasti nel cuore, senza togliere nulla agli altri. E poi, sono miei personaggi e amo quelli che voglio!

5- Art Donn De Kiann

Ultimo arrivato dei miei personaggi, è un chierico mezzelfo malaticcio ma con lo spirito giusto. Presente nella campagna di D&D 3.5/Pathfinder del Phaso, sta per ritornare nell’anno nuovo. Non ha ancora compiuto imprese titaniche, tranne scortare una carovana al nord. Si porta dietro la sua spada e il suo simbolo intagliato nel legno. Gli piace scherzare ed è più saggio che intelligente. Grazie a questo è ancora vivo.

Anche in Pathfinder i chierici possono avere una spada. Cool!

4- Aenlic Fridlauss

Un Ventrue germanico dei Secoli Bui, interpretato durante la mia prima campagna di Vampire, ambientata appunto nell’era oscura. Enorme, inquieto e nobile d’animo, si trovava a Venezia in cerca del vampiro che aveva assassinato senza pietà gli uomini che componevano il suo piccolo esercito, di guardia in uno dei feudi del padre. Incontrerà una fine tragica, sbranato dai mannari in una grotta. Per la miseria!

Anche nei Secoli Bui essere enormi non serviva a nulla. Passava un Garou e ti sbranava senza ritegno.

3- J.J.R. Thorns

Julian Jeremy Ross Throns, è Brujah cresciuto nella Londra dell’epoca vittoriana, negli slums dell’East End. Viene abbracciato da un vampiro che lo salva dall’annegamento, dopo che avevano stretto amicizia sul posto di lavoro, essendo il Sire un infiltrato nel mondo mortale. Julian cercherà di frenare il suo istinto di vendetta e si reinventerà scrittore con lo pseudonimo di Jeremy Ross, diventando uno dei nomi più importanti del panorama horror. Le vicende in cui l’ho interpretato, si svolgevano a New York, dove tutt’ora è vivo. Così dicono.

Venerdì scorso alla mia presentazione è apparso anche un'opera di J.J.R. Thorns

2- Etienne La Crois

Pazzo, folle, irriverente e innocente, Etienne è un Malkavian del medioevo… ma non solo. Nasce nelle vie francesi di Orleans, costretto dal padre a indossare un cappuccio per coprire il volto, a detta sua segno che è figlio del diavolo. In realtà è solo di una bellezza disarmante quanto la sua demenza. Musicista e liutaio, intraprende un viaggio per recuperare gli strumenti che ha venduto nella vita precedente all’abbraccio vampirico. Finirà invischiato nelle faccende di un vecchio Principe deposto intenzionato a riavere il suo trono di comando, che lo condurrà in Egitto. Etienne morirà dentro una piramide insieme a una Ravnos balorda… ma verrà risvegliato a Canterbury nel 19° secolo grazie a uno strano libro. Ora Etienne vive ancora felice e sereno nella sua travolgente idiozia.

Etienne l'angelo folle appartiene a questo nobile Clan

1- Ceillas

Lo Stregone con la S maiuscola! Un folle e dotato mezzelfo stregone di D&D 3.0, spiritoso, geniale e senza freni. Amante dei vizi, dalle donne, all’alcool fino al tabacco, inizia il suo viaggio con la sorellastra Drusillia, ranger elfo, l’enorme mezzorco Vashna e il rospo famiglio Spiff, diretto a un’isola per chiedere consiglio a un potente incantatore su come rimuovere la maledizione su un re, la cui figlia ha promesso un sacco d’oro come compenso a chi lo libererà. Sopravvissuto senza alcun danno all’avventura e enormemente potenziato, rimane a vivere sull’isola, tra donne e lussi, grazie al compenso ricevuto per la missione. Se ne va in giro inguainato in un abito di cuoio nero pieno di cinghie, levitando su un disco fluttuante, quando arrivano sull’isola nuovi avventurieri a cui dovrà fare da guida. Partono per una missione di cui non ricordo lo scopo e tuttora sono fermi un sotterraneo davanti ad alcuni scheletri, insieme a due candelabri magici e chiacchieroni. Almeno so che è vivo…

D&D: sorridi, Ceillas lo fa sempre e comunque

6 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. elgraeco

    Mi piace questo post. Ho il tuo permesso di rubarlo?
    Sono come Mescal e i suoi ladroni, le cose preferisco rubarle. Sennò non c’è gusto. 😉

    1. Bangorn

      Assolutamente! Prendilo è tuo… e amalo 😉

      1. agiantis

        “…Etienne morirà dentro una piramide insieme a una Ravnos balorda…”
        il tempo non e’ assolutamente dalla mia parte, e non mi ricordo molto bene la storia e la campagna, se non una pietra che mi aveva murato viva (se ricordo bene)… ma perchè balorda??!!

      2. Bangorn

        Perché eri una sciocca scassacazzo di una Ravnos fetente! 😛 E non è stata una pietra a farci fuori, bensì il sole! Tu almeno, io poi sono risorto con la soddisfazione di saperti bruciata 😛

  2. agiantis

    come ti ripeto il tempo e la memoria non sono dalla mia parte… mi ricordo vagamente il personaggio, e devo ammettere che in effetti non mi era venuto particolarmente bene (altrimenti me ne ricorderei penso). anche se ho un’immagine di una pietra che mi chiudeva dentro, non so il perchè, ma mi fido della tua memoria! 🙂
    però come fai a dire che ero una scazzacazzi!!! quando mai i miei pg hanno rotto le palle??!!!
    erano sempre cosi mansueti e buoni d’animo…

    1. Bangorn

      Erano dei gatti appesi alle palle, altroché! Forse il nano mutilato no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: