«

»

Mar 26

Al Lupo Rosso

Gita fuori porta sabato scorso, in quel di Torino, per accompagnare il mio Hermano Claudio alla sua presentazione al Lupo Rosso. Partenza a un orario perfetto, insieme a Claudio, Caterina e Gabriele, sì, proprio QUEL Gabriele, strada libera e senza traffico, sosta veloce in autogrill con pranzo e battute a raffica annesse. Siamo arrivati a Torino di buon ora, parcheggiato l’auto in un sotterraneo e seguito il mio navigatore per arrivare alla libreria. Per fortuna ci è arrivato in soccorso un fioraio con, come lo ha definito Claudio, un breviario esoterico con cui sicuramente ha evocato chissà quali entità. Dietro all’angolo temevamo di incontrare Yog-Sothoth. Beh, in verità il buon uomo non è che ci ha proprio aiutato, però ha aggiunto quella nota di colore, al già divertito umore del gruppo
Arrivati in libreria, mi do un’occhiata intorno, guardando le copertine dei libri e l’oggettistica contenuta al Lupo Rosso, che se non lo sapete, è specializzata in Horror e Fantasy. Quindi se cercate qualcosa di quel genere, qui lo troverete.
Scendiamo in quella che chiamano la cripta, un sotterraneo a soffitto ad arco, e ci aspettano sedie e il divano già pronto per accogliere Claudio. A fare da relatore, Anita, e mi corregga se sbaglio il nome, che ha già intervistato Claudio ai tempi de Il 18° Vampiro. Anche qui correggetemi se ho sbagliato.
Cosa ci si poteva aspettare dalla presentazione? Io ho già assistito a diverse presentazioni di Claudio, ognuna delle quali diverse tra loro, da quella professionale e seria del Victoria, a quella più spiritosa a Sassuolo, passando per una presentata da Roberto Barbolini alla Feltrinelli, di cui serbo un ricordo davvero buono. Questa è stata, secondo il mio modesto parere, la migliore a cui ho assistito, e oserei dire un nuovo modo di conoscere autore e opere. Anita aveva preparato domande molto interessanti, alle quali Claudio ha risposto in maniera davvero spiritosa oltre che in modo esaustivo. L’atmosfera inoltre era rilassata e goliardica, tanto che Claudio, supportato da Anita preparata e spiritosa, ha dato vita a uno spettacolo che in seguito è stato definito “cabarettistico” da lui stesso. A parte gli scherzi, l’autore ha confermato di essere un ottimo improvvisatore e di riuscire a creare davvero uno spettacolo degno di essere visto, sia dal punto di vista culturale con le citazioni e le spiegazioni che dava, sia da quello dell’intrattenimento.

Anita e Claudio

Diciamocelo, fare una presentazione classica con domande e risposte, magari tornando su un copione collaudato non è difficile, ma intrattenere e divertire un pubblico di diverse età senza annoiare, e al contrario far appassionare, non è da tutti. Claudio si conferma quindi un ottimo autore e un bravissimo showman, se mi si passa il termine, e forse questa è la giusta miscela tra la sua cultura e la semplicità e modestia, altre sue caratteristiche e marchi di fabbrica.

Durante la presentazione

Ma la giornata non è finita con la presentazione, anzi. Claudio ci ha presentato Franco Pezzini, suo amico che insieme alla famiglia e a un’altra amica di nome Anna (spero di non rendere ingiustizie ma il tempo è volato e non ho fatto in tempo ad avere altre informazioni), ci hanno portato a visitare alcuni luoghi della Torino misteriosa. Stiamo parlando non di banalità da leggenda metropolitana, bensì strade e monumenti che hanno lasciato il segno in diverse epoche, molte delle quali con significati che sconfinavano nell’esoterismo e nel campo dell’alchimia.

Il pubblico

Devo per l’ennesima volta ringraziare Claudio per l’amicizia e per avermi presentato nuove persone davvero interessanti, che spero di avere il piacere di incontrare nuovamente. Purtroppo il tempo è volato, e avrei davvero continuato la chiacchierata alla Piola, locale in cui ci hanno portato. Grazie ancora Hermano.

La vetrina de Il Lupo Rosso

Un consiglio: non perdetevi le prossime presentazioni di Claudio Vergnani, perché perdereste davvero qualcosa di nuovo, interessante e divertente.

La fontana!

Curiosità del fine serata: mentre tornavamo verso il parcheggio, Claudio mi ha fatto vedere una fontana che è ben fotografata nella mia memoria, ma che non sapevo si trovasse a Torino. La fontana è quella della scena del primo omicidio in Profondo Rosso. Che sballo!

Le foto presenti, tranne quella della fontana, sono di Caterina. Visitate il suo blog! http://unmorbidocuscino.wordpress.com/

6 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. claudio

    grazie del magnifico (e affettuoso) post, hermano. Spero che la sfacchinata che tu e la tua dolcissima moglie avete dovuto sopportare sia valsa la pena. Quando faccio una presentazione penso alle persone che mi fanno la gentilezza di essere presenti, e quindi cerco, se riesco e come riesco, di ravvivare l’atmosfera. Pezzini e Anna Berra sono una gran coppia, e lui – a mio modesto parere – è davvero un gentiluomo d’altri tempi. Aggiungo che le presentazioni (così come i libri hanno bisogno di bravi lettori) per funzionare hanno bisogno di spettatori ricettivi e in gamba. E io non avrei davvero potuto chiedere di meglio.
    In separata sede, invece, vi narrerò le tragicomiche vicissitudini di un difficilissimo (ma spassoso) ritorno. Dico solo che sembrava di essere stati catapultati davvero in un mio romanzo …

    1. Marco Siena

      Hermano, è stato un piacere venire e passare una giornata con voi, davvero. E poi questa è stata una presentazione davvero top 😀
      Attendo il resoconto delle avventure per i colli!

  2. Kate

    Il post rende BENISSIMO tutto, bravo Marco!!!
    Claudio è davvero uno showman eccezionale, e la presentazione è stata esemplare!
    Alla fine avevo la mascella dolente per il gran ridere!
    Sul ritorno, serve un racconto a parte.
    Grazie della compagnia e della piacevolissima giornata trascorsa insieme!

    1. Marco Siena

      Grazie a voi 🙂 E grazie per le foto 😉

  3. LuciaAine

    Che bello leggere che è andata benone. Ero con voi col pensiero anche se avrei preferito esserci fisicamente. Con Claudio ed il resto della banda ci si diverte sempre. Vi voglio bene!!!

    1. Marco Siena

      Grande Lucia! Grazie di essere passata a farmi visita. Spero di vederti alla prossima 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: