«

»

Lug 23

Svezia: un altro mondo

Ho girato in questi due mesi per agenzie immobiliari. Tutte sono propense a vendere e poche ad affittare. I proprietari, geni della finanza, hanno comprato fiutando il guadagno della speculazione edilizia, il guadagno nel rivendere immobili. Senza che ve lo stia a dire io, hanno toppato alla grande, visto che questa depressione non accenna a scomparire, e il divario del rapporto prezzo e salario, aumenta sempre di più. Le banche non concedono liquidità senza garanzie. Le ditte che assumono, non permettono di avere garanzie, con i contratti sempre più traballanti. Mi chiedo quindi chi possa essere ancora quella coppia di giovani, che si può permettere di acquistare una casetta o un appartamento. Ora come ora, sto dando un’occhiata in giro nel settore che potrebbe rappresentare il futuro. Prematuro parlarne ora, tornerò ad affrontare l’argomento fra qualche anno. Per adesso, vi butto qui quella che secondo me, dovrebbe essere la formula per il mutuo di una casa, rapportato a quello dell’acquisto di un’auto.

Casa/Appartamento dai 5 ai 10 anni di mutuo. Prezzo indicativo: dai 40000 euro ai 100000
Automobile media da 1 a 2 anni di rate. Prezzo ideale dai 3000 ai 10000 euro

Purtroppo la realtà, come sapete tutti è ben diversa, e le formule che esistono oggi giorno variano, e parlo sempre a spanne facendo medie in questo modo:

Casa/Appartamento dai 20 ai 30 anni di mutuo. Prezzo indicativo: dai 130000 euro ai 250000
Automobile media da 4 a 6 anni di rate. Prezzo ideale dai 15000 ai 21000 euro

Inutile che tiriate fuori calcolatrici, o prendiate il giornale su cui trovatela Panda da mostrarmi a 6000 euro, tanto quando andate al concessionario, in banca o all’agenzia immobiliare, la partita è ben diversa. Meno polemica e più realtà, prego.

Il discorso invece che volevo affrontare, nasce da una navigazione on line, curiosando nelle agenzie immobiliari estere. Mi sono soffermato sulla Svezia, analizzando due o tre agenzie. Ho fatto una selezione in base alla casa che vorrei comprarmi io, con la metratura, le stanze e il giardino che cerco. Fate un po’ voi il raffronto. Vi premetto che ne ho prese tre a campione basandomi sulla metratura, che doveva essere sopra i 100mq.

Prima Casa

Bella. Bello anche il contesto

100mq con 200mq di giardino. Prezzo 825000 kr/98000 eu circa

Seconda Casa

Anche questa è da sogno, sia dentro che fuori

122mq non parla del giardino però. Prezzo 420000 kr/50000 eu circa

Terza casa

Gli interni sono rifiniti come nelle ville di Beverly Hills

Esageriamo 183mq con 1316mq di terreno Prezzo 3895000 kr/460000 eu circa

Avete visto come si vive in Svezia? Dovreste dare un’occhiata alle loro agenzie immobiliari, alle offerte che fanno, e domandarvi il perché qui da noi non funzioni così. Un amico, Davide Mana, mi ha risposto così:

“Perché sono viste come una cosa indispensabile alla vita dell’individuo e non come un investimento”

16 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. claudio

    Come dici tu, la Svezia è un altra galassia, è proprio oltre il nostro sistema solare. E’ una specie di bel sogno. Molti anni fa, ricordo che l’Italia guardava alla Svezia come un modello da provare a imitare. Oggi, se va bene, guardiamo al Gabon. E non lo raggiungeremo. Ripeto: siamo nel pieno di un medioevo tecnologico qui nel cosidetto bel paese.

    1. Marco Siena

      Siamo nel medioevo dell’Umanità. Come economisti, siamo folli quanto agli americani, e non ci siamo accorti che è il mercato immobiliare e la speculazione che si fa su di esso, ad aver provocato la crisi. Finiremo in fondo all’abisso? Magari sì, contento che vengano con me anche gli speculatori, perché stiamo sicuri che ci finiranno anche loro. La differenza che tornare a mangiare cipolla, sarà più dura per loro che per noi. P.S. Dici che è impegnativo lo svedese?

      1. claudio

        per me sì, per te forse no. Potendo, partirei oggi stesso, e senza alcun rimpianto. Belpaese un cazzo.

      2. Marco Siena

        Possiamo rimediare con l’inglese, visto che a differenza nostra, parlano quello come seconda lingua. Siamo peggio davvero del Terzo Mondo, dove parlano almeno una seconda lingua come se fosse lingua madre.

      3. claudio

        per anni e anni ci hanno ammannito la balla del belpaese e l’italiano medio si è sempre sentito più furbo e fortunato della maggior parte degli altri popoli. Ora, forse, anche l’italiano medio avrà iniziato a intuire che ci prendevano per il culo.

      4. Marco Siena

        L’italiano medio crede ancora di essere furbo, soprattutto quando riesce a pagare una cosa 1 cent in meno e a rivenderla a 1in più. E questo la dice lunga…

      5. claudio

        sì, dice che siamo condannati a sparire.

      6. Marco Siena

        Con quel cent in più nelle tasche

  2. agiantis

    i prezzi mi sembrano un po troppo bassi, magari la è veramente cosi, come ben sai pure tu sul valore della casa incide molto la posizione, lo stato di degrado o la tecnologia con cui è costruita, magari quelle sono lontano da centri abitati o da ristrutturare totalmente all’interno…
    non credo che te le regalino in svezia le case, i materiali costano tanto là come qui, e la monodopera per realizzarle pure più che qui, senza contare poi il terreno su cui realizzarle e tutta la burocrazia che ci va dietro…
    con quei prezzi qui ci prendi un box auto vicino al centro se ti va bene!!

    1. Marco Siena

      I prezzi sono per le case che vedi nelle foto. Ho visto anche gli interni e sono in ottimo stato, anzi, a livelli superiori a quelle che ti smollano qui. Perché costano meno là? La frase di Davide riassume tutto. Non sono folli, incivili e incoscienti come noi, a speculare su un bene primario e non sui lussi. Loro fanno esattamente il contrario, rompendo il culo a chi crogiola nel superfluo. Una persona che ha un tetto sicuro, il piatto decentemente pieno, sarà più propenso a comprare il resto dei prodotti sul mercato. Noi invece siamo così coglioni, da aver fatto speculazioni sugli immobili. Il terremoto è il secondo calcio nel culo agli investitori incivili, il primo è stato la crisi. Il fallimento dell’Europa sarà il terzo. Di’ che mangino due mattoni quando questo avverrà. P.S. per la cronaca, con 400000 euro ti compri in un attico domotico in centro a Berlino, con ascensore per l’auto. Con quei soldi, ne compri uno vecchio a Carpi. Siamo o non siamo dei pezzenti?

  3. agiantis

    capisco pure io che i prezzi sono per le case in foto, ma come ti ripeto, prendendo ad esempio la seconda da 50.000eurelli con quella cifra prenderci terreno su cui è costruita e il materiale grezzo, vedendo la casa in foto mi sembra un po difficile, mettici poi la ditta che la costruisce, con 50.000eurelli la vedo molto dura.
    è anche vero che io come paragone uso i prezzi che si usano in italia, e che magari là tutto costa molto meno…

    1. Marco Siena

      Togli sub appalti, su sub appalti, concessione, ingegnere 1, geometra 1, ingegnere 2, geometra 2, un terzo sub appalto, un po’ di margine esagerato della prima compagnia, 2/3 di speculazione, qualche ladreggio sui materiali… ottieni un prezzo svedese.

  4. agiantis

    però se si decidessero veramente a far scendere i prezzi di ste case e appartamenti forse ritornerebbe un bel po di liquidità in giro, meno persone finirebbero sul lastrico per un loculo in un palazzone al 20 piano…
    qui ormai con meno di 200/250.000 non ti puoi permettere piu nulla, e il bello è vedere le facce degli agenti immobiliari quando gli dici che forse sono un po troppi!! mah…

    1. Marco Siena

      E rimarranno vuoti, sempre più vuoti…

  5. Gaspare Re

    la prima ad occhio mi sembra almeno di 220 mq. molto bella.
    saluti

    1. Marco Siena

      Salve e benvenuto. La prima, se si riferisce a quella da 98000 euro, ha le misure date dall’immobiliare. Credo che dipenda dal fatto, che la parte che nella foto si intravede soltanto, sia un portico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: