Ago 04

Brass Monkey!

Buon sabato a tutti, la ricetta di oggi mi è apparsa per caso, mentre cercavo qualche drink fatto con il rum. Credo che sappiate infatti che il rum è uno dei mie alcolici preferiti, anche se in linea di massima lo preferisco da solo, senza ghiaccio, di annata e con un pezzo di fondente. Ebbene, invece proprio ieri ho trovato questo drink che mi ha incuriosito, perché mischia lo Screwdriver con il rum. Come si prepara? Assomiglia in effetti molto all’altro cocktail, se non che le dosi sono diverse per arancia e vodka.

Slurp?

1/3 di Vodka bianca fredda
1/3 di Succo di arancia (bionda dice la ricetta)
1/3 di Rum (evitate per cortesia quello dozzinale)
1 fetta di arancia per fare scena

Ficcate tutto nello shaker, mescolate e bevete! Ora, sono davvero curioso di provarlo. E voi?

Freddo?

Curiosità:
Brass Monkey è un singolo dei Beastie Boys, anche se ispirato a un altro cocktail
Brass Monkey viene usato anche nel linguaggio gergale per indicare casi estremi, specialmente di freddo. Si dice infatti: Freddo abbastanza da congelare le palle di una scimmia di ottone
Non credo che nessuna scimmia abbia mai bevuto questo cocktail
Non penso ci troverete peli animali o noccioline al suo interno
Nessuna scimmia di ottone è stata maltrattata per provare questo cocktail ( e nemmeno i suoi genitali di ottone)

5 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. wow, mai provato, martedì è il mio compleanno e lo provo

    1. Dimmi poi com’è andata 🙂

  2. Che vergogna!
    Chiamare una cosa con rum e vodka “Brass Monkey” è da fustigazione sulle gengive.
    Che il barista venga trascinato fuori da dietro al suo bancone, denudato, e gettato in pasto alle formiche Marabunta, o ai pigmei cannibali zombie!

    Il Brass Monkey – da sempre una delle bevande simbolo degli appassionati di avventura pulp – prevede una miscela in parti variabili di succo d’arancia e di un alcoolico maltato.
    O al limite birra.

    La ricetta “ufficiale” fa più o meno così…
    Si prende una bottiglia di whisky.
    La si svuota (con il metodo che si preferisce) fino a portare il livello del liquore all’altezza del margine superiore dell’etichetta.
    Si rabbocca con succo d’arancia fino a riportare il livello al pieno.
    Si fa rotolare la bottiglia sul pavimento per mescolare uniformemente i due componenti.
    (chiaramente con il Jack Daniels non funziona).

    In alternativa, come si diceva, parti uguali di qualunque birra disponibile, e succo d’arancia.

    Nota colta – la vecchia serie TV Tales of the Gold Monkey doveva il suo nome al fatto che tutti i principali membri del pool di sceneggiatori si scoprirono appassionati di narativa pulp e bevitori di Brass Monkey.
    Poiché all’epoca il nome era copyrightato da una azienda che produceva il bibitone in bottiglia, cambiarono l’ottone in oro…

  3. … ma ora scopro con orrore e disappunto che molti siti online citano la ricetta che ti è stata rifilata da quel sordido barman come “la più diffusa ricetta di Brass Monkey”.
    Ah, l’orrore, l’orrore.

    Per espiare, non posso che riportare la ricetta del Brass Monkey come lo facevano al Raffles di Singapore fra le due guerre…

    Miscela di
    gin
    prosecco
    tequila
    succo d’arancia
    sour mix
    succo di pompelmo
    in proporzioni variabili.

    Alla salute (della scimmia) 😉

    1. Credo che sia la stessa a cui dedicarono il singolo i Beastie Boys

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: