«

»

Ago 09

Platinum!

Post frivolo da viaggio. Lo ammetto prima di venire scomunicato. Una settimana fa circa, ero al giapponese con mia moglie, uno di quelli con il nastro trasportatore e tu che ti ingozzi solo di quello che ti ispira fiducia. Tutto bello, quasi tutto buono, peccato per il solito difetto all’italiana, che deve avere per forza contagiato anche l’oriente, di mettere musica più alta del normale, con tanto di schermi a fianco ai nostri occhi. Quindi, mangi e ti devi sorbire la solita robetta che piace tanto a medio man.
A un certo punto, salta fuori una tizia vestita con la fionda e pettinata con il tosaerba, che entra in una fabbrica abbandonata e inizia a cantare una canzonaccia scattosa. In mezzo al brusio delle parole confuse e al mormorare dei clienti del ristorante, l’unica parola che arrivava chiara e limpida era, nemmeno farlo apposta, amore. E vi garantisco una cosa, era molto, ma molto frequente la ripetizione della suddetta parola. Allorché, vado a leggermi il testo, e questo è ciò che ho scoperto:
viene ripetuta 16 volte nella canzone, escludendo il titolo
“credevo fossi te”, frase presente nel testo, è malvagità contro gli ascoltatori e il loro già difficile rapporto con l’italiano
“di baciarmi, abbracciarmi, idolatrarmi”, mi fa ridere peggio dei 3 Stooges
questa tizia è disco di platino in Italia e se cercate “disco di platino” su GImmagini,  appare lei in mezzo ai risultati

Sarebbe da dare con intelligenza. Invece...

Adesso, fermatevi e rileggete: disco di platino. Per essere disco di platino in Italia, servono 60000 dischi venduti. Non male se pensiamo che negli USA ne servono 1 milione. Ma il problema è questo: perché abbiamo questa tizia che rappresenta il record del platino in Italia? Ma soprattutto, perché i Finlandesi hanno come doppio platino gli Amorphis e noi niente di simile?

Nulla da fare, al Nord hanno più gusto

Tutto ciò mi rende triste…

12 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. kate

    Cercavo amore ma alla fine ho avuto tutto tranne te…

    1. Marco Siena

      Chi si accontenta gode, e che si ritenga fortunata se ha trovato almeno uno spaventapasseri 🙂

  2. teo

    Marco, stai sparando sulla croce rossa, viviamo in un paese dove Leccailbue e Fiasco Rossi sono considerati rockstar…e ho detto tutto.

    1. Marco Siena

      Mi è scappato 🙂 Dopo uno spettacolo così, è difficile star zitti.

  3. claudio

    … ma tutto ciò è un’ennesima conferma.

    1. Marco Siena

      Purtroppo Hermano…

  4. agiantis

    in america servono piu copie vendute, visto che la popolazione è in numero maggiore.
    se ne bastassero 60.000 pure là alcune band ne prenderebbero 20/30 per album pubblicato!
    poi in fatto di musica de gustibus…. ma qui siamo veramente messi male!!!

    1. Marco Siena

      Ballerini, 60000 copie vendute in Italia, paese dei furbetti che scaricherebbero persino il cibo se fosse possibile, sono un’enormità. Qui non si tratta neppure di gusti, perché visto lo sviluppo del pensiero umano, casi così non dovrebbero esistere.

  5. Screetch

    Sai già cosa ne penso, ne abbiamo parlato a pranzo…
    Un mitragliatore e una scena alla Colorado Caffè…

    1. Marco Siena

      Io andrei di 9mm con colombe bianche che volano 🙂

  6. kate

    Siete dei brontoloni. Emma non e’ poi cosi’ male.

    1. Marco Siena

      Preferisco sentire il Nokia Tune che lei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: