«

»

Nov 17

Aguardiente

Avete mai bevuto Aguardiente? Il nome, facile da tradurre, significa più o meno “acqua che brucia” o “acqua ardente”, e si riferisce, stando alla rete, alle bevande alcoliche prodotte dal distillato di frutti, oppure dal vino, cereali e canna da zucchero.
Ed è proprio quella prodotta dalla canna da zucchero, che ho bevuto io. Me la portò a casa un collega italo-colombiano, al ritorno dalla sua visita ai parenti in Colombia. Insieme mi portò anche un chilo di caffè, e vi garantisco che furono per il tempo della loro durata, una combinazione vincente. Spesso e volentieri, capitavano ospiti a prendere il caffè e a farsi un bicchierino.

Qual è il gusto dell’Aguardiente? Quella che ho bevuto io, era quasi insapore, tanto che ingannava il bevitore. Odore quasi neutro, con una punta alcolica, colore trasparente come l’acquavite, sua parente più prossima, ma che ti fregava una volta buttata giù nello stomaco. Era lì che la vampata arrivava, quando era già scesa. Dal ventre saliva il fuoco, che faceva cambiare il colorito degli ospiti.

Peccato che sia vuota…

Non posso non citare quel passo della canzone dei Los Lobos, La Cancion del Mariachi, che dice:

Me gusta tomar mis copas
Aguardiente es lo mejor
Tambien el tequilla blanco
Con su sal le da sabor

 

E voi, avete mai provato l’Aquardiente?

10 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. ferruccio

    Be’ io mi sono sbronzato una volta con l’Aquardiente e senza andare in messico

    La sento ancora adesso!

    1. Marco Siena

      Io ero a Rovereto s/S, nel mio appartamento di allora. Nemmeno io ho dovuto fare tanta strada 😀 La Colombia è venuta da me!

  2. claudio

    vorrei andarmelo a bere direttamente in Colombia, anche se so che lì durerei poche ore.

    1. Marco Siena

      Non è detto, non è detto… anche qua non ci sono poi grandi speranze di durare se si è sfortunati.

      1. claudio

        Qua ti tengono in vita di più per spremerti fino all’ultima goccia di sangue, per poi darti il colpo di grazia. E in più ti vogliono convincere che stai bene. E’ un processo più lento e doloroso.

      2. Marco Siena

        Meglio il coma etilico o una cravatta colombiana, a questo punto

      3. claudio

        Sì, io personalmente punto sul coma etilico e fine.

  3. agiantis

    sto sempre aspettando che i parenti colombiani mi mandino quelle 2 famose bottiglie… una per te e una per me… confido nei pacchi di natale che le infilino dentro!!

    1. Marco Siena

      Era il 1998, se non ricordo male…

      1. agiantis

        ma no dai… cosi quando arriva è bello stagionato!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: