«

»

Gen 01

Il Compare di Bevute di Gennaio: Dave Mustaine

Per iniziare questo 2013 in modo aggressivo, avevo bisogno di una figura rocciosa, di quelle che non vanno tanto per il sottile. Il primo che mi è venuto in mente, è stato MegaDave, soprattutto per come ha portato avanti la sua carriera, che in parte dovrebbe essere da esempio per chi nella vita prende qualche schiaffo di troppo e deve contare solo sul proprio talento.
E Mustaine di talento, classe e tecnica ne ha da vendere, tanto che i suoi ex compari non bastano in 4 per fare lui. In effetti però, questo Dave lo sa ed è dotato di un ego smisurato per cui è anche famoso. Insomma, non ve lo manda a dire e vi sbatte fuori dalla band in men che non si dica. Potete anche essere il suo miglior amico (Ellefson ne sa qualcosa) ma se gli girano le balle, vi mette alla porta.

Le visioni che ha quando compone

Le visioni che ha quando compone

La sua band, i Megadeth ha avuto un discreto numero di cambi di lineup, ed è stato un duro colpo per me quando ha sciolto quella che ritengo la versione perfetta:

  • Dave Mustaine chitarra e voce
  • Marty Friedman chitarra
  • David Ellefson basso
  • Nick Menza batteria

La formazione che ha inciso alcuni dei loro migliori album, tra cui Rust In Peace e che ha partecipato al leggendario Monster of Rock di Reggio Emilia nel 1992.

«Sei fuori dalla band!»

«Sei fuori dalla band!»

Ma oltre a queste simpatiche notizie sul bel caratterino di Dave Mustaine, perché l’ho scelto come Compare di Bevute?
Beh, perché dopo essere stato cacciato dai Metallica, a cui ha lasciato materiale per fare un paio degli album riusciti meglio di questa band, si è creato ex novo una nuova carriera, fondando i Megadeth e facendo vedere chi sa suonare comporre.
Sì, perché MegaDave non è solo un chitarrista qualsiasi, ma è uno dei migliori della scena metal in circolazione ed è anche un ottimo compositore. Vi basta ascoltare Hangar 18, con i suoi millemila assoli, suonati alternandosi il turno con Marty Friedman.
E dal punto di vista dei testi? Sa scrivere pure quelli, ragazzi miei, e non ci troverete le solite banalità che usano band meno talentuose, e che potevano far presa sui ragazzini più invasati.

Questa io la so suonare, capito Kirk?

Questa io la so suonare, capito Kirk?

Quindi, invoco la protezione di MegaDave, che mi aiuti a mandare a quel paese i cialtroni che potrei incontrare in questo anno nuovo.
«Sei fuori dalla band!», sarà il mio motto.

6 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. agiantis

    Non male come personaggio di inizio 2013, direi anche uno dei miei preferiti!
    Spero nel prossimo album, che dovrebbe uscire questa primavera/estate, con chris broderick ci hanno sicuramente guadagnato in tecnica e virtuosismo rispetto alle cose recenti.
    La vecchia line-up anche secondo me risulta imbattibile, e posso dire di essere stato fortunato a godermela dal vivo almeno una volta.
    Colgo l’occasione per augurarti
    Buon Anno!!!

    1. Marco Siena

      Non c’è Broderick che tenga con Marty Friedman…
      Auguri!

  2. Aislinn

    Mitico Dave XD

    1. Marco Siena

      È di buon auspicio un Dave Mustaine il primo dell’anno 😀

  3. laric

    Purtroppo a voce sta messo male. L’ho sentito al Big Four ed e’ stato veramente penoso 🙁

    1. Marco Siena

      Io lo sentii già al Big Four di qualche anno fa ed era molto “cigolante”. Ma come compositore e chitarrista rimane nella leggenda, anche se pure lì sta perdendo colpi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: