«

»

Feb 08

Looper

Looper. Looper… scommetto che anche in questo caso, looper spiegazione, sarà una delle chiavi di ricerca più digitate sulla Rete in queste settimane, al pari di looper spiegazione finale et similia. Il motivo? Beh, il film è un preannunciato blockbuster, c’è Bruce Willis e Joseph Gordon-Levitt, reduce da l’ultimo Batman di Nolan, un trailer accattivante, e un commento positivo di personaggi del calibro di Tarantino. E allora, perché dovremmo perdercelo? Per nessuna ragione al mondo, e per nessuna ragione al mondo dovremo dubitare della sua qualità. Ovvio, no?

looper1

Trama

La malavita del futuro, sfrutta i viaggi del tempo per mandare indietro i personaggi da far sparire, perché nel futuro non si può, e non si potrebbe neppure viaggiare nel tempo a dire il vero. Nel passato ha mandato Jeff Daniels nei panni di Abe, un tizio che tiene d’occhio gente chiamata Looper che aspetta in un punto prestabilito che arrivino le vittime, per poi tirargli una schioppettata e prendere i lingotti d’argento che sono legati sulla loro schiena. Fatto questo, li ficcano nell’inceneritore e buonanotte. Però, dal futuro iniziano a mandare indietro i Looper vecchi, per farli uccidere dalla loro versione giovane e chiudere il cerchio. Uh…

Quasi ora di pranzo?

Quasi ora di pranzo?

Considerazioni
Contengono spoiler

In primis non voglio entrare in merito sulla stabilità/instabilità dell’intreccio dei paradossi. Si perde tempo per nulla e si discuterebbe per ore e ore. Su questo spendo poche parole: c’è qualcosa di avvincente all’inizio, finché non si inizia a sentire l’odore di fregatura, di tentativo di inghippo con salto carpiato, alla Inception. Creo un casino tale, do segnali confusi, mando messaggi, affinché il pubblico si metta a parlare delle loro ipotesi, tanto da creare un tam tam che porti i curiosi a vedere la pellicola, per così poter dire la loro. Pazzesco. Trucco patetico. La banalità di voler far vedere la carezza, mi ha fatto quasi sputare la birra a terra, per non dire sul televisore. Ci volete veramente far supporre che il moccioso è Joe da bimbo? Ma per piacere… non ci perdo due secondi in più.

Tutto 'sto casino per questo bimbo

Tutto ‘sto casino per questo bimbo

Per il resto, com’è il film? Non sarebbe male, se non avesse tutta quell’acqua aggiunta per allungare il brodo. In certi momenti, ho veramente faticato a tenere aperto gli occhi. Ho perfino sopportato il primo trucchetto temporale senza batter ciglio, scusando regista, produttore, attori e chi ha dato l’okay. Poi iniziano le cose strambe, con i messaggi sulle braccia, i ricordi che si compongono nella mente, e si intuisce la direzione che vuole prendere.
Se proprio non resistete e dovete vederlo, se all’uscita del cinema sentite l’impellente bisogno di avere una spiegazione, pensate a un foglio bianco come Ralph Supermaxieroe: non c’è spiegazione oltre a quella che avete visto davanti ai vostri occhi. Nulla di più.

8 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Massy Biagio

    Looper è una cagata pazzesca (semi-cit.)

    1. Marco Siena

      E senza riserva 😀

  2. Massy Biagio

    Looper è una cagata pazzesca – cit.

  3. Francesco Barbi

    Premetto che sono d’accordo circa la scarsa possibilità che il film fornisce di spiegare certi paradossi. Trovo anche che sia lecito “bocciarlo” per questo, specie se ci si aspetta un film di fantascienza con tutti i tasselli che vanno a posto. D’altra parte, probabilmente quello non era lo scopo del regista.
    Un paio di osservazioni. Io non ho mai pensato che il moccioso potesse essere Joe e non mi sembra che il film/regista volesse farlo credere. Forse l’unico elemento che lo fa pensare si trova in una delle scene finali, quella in cui si vede Emily Blunt carezzare il figlio (come Joe ricordava facesse la propria madre)… Ma a mio parere senza voler suggerire alcunché, se non l’importanza e l’universalità dell’amore incondizionato di una madre (che a Joe, seppur giovane, egoista e senza scrupoli, ha in qualche modo “permesso” di prendere la decisione giusta nel finale).
    Per quel che riguarda le cose strambe, a me i messaggi sulle braccia non sono parsi strambi, ho trovato che si capisse bene quale fosse la loro origine. Nel caso dell’amico di Joe, la malavita lo ha fatto prigioniero e gli scrive a sangue sul braccio, gli taglia dita, naso e piedi perché il suo alter-ego invecchiato (che si vede infatti comparire una cicatrice che pare vecchia di 30 anni) si presenti subito all’indirizzo inciso sul suo braccio (pena la sofferenza e una morte ancor più atroce di quella che lo aspetta). Joe fa lo stesso, ovvero si incide anche lui il braccio, per dare un appuntamento al suo alter ego.
    Comunque, in effetti, rimangono parecchi buchi neri nell’intreccio. Se non si è magnanimi e non ci si concentra su altri aspetti, è vero, il film fa un po’ acqua.

    1. Marco Siena

      A provar a trarre in inganno lo spettatore sulla dualità Joe/Cid, potrebbe esserci il ricordo improvviso sul futuro del bambino sul treno, che poi crescerà ecc… quello si forma nella mente di Joe come un ricordo. Ripeto, sono elementi messi lì apposta, per far uscire più ipotesi possibili, proprio come per Inception.
      Per non parlare del numero di serie per rintracciare il Rainmaker. La tizia riconosce perfino il numero dell’ospedale! Pazzesco, sfido qualsiasi madre a ricordarsi una cosa del genere, unito poi a una data di nascita!

      1. Francesco Barbi

        Sì, su questi elementi concordo senza riserve.

  4. Filo

    Ciao a tutti, ho visto Looper ieri sera e devo dire che non mi è dispiaciuto, anzi, secondo me, è un bel film d’azione (con qualche momento un po’ noiosetto) su cui troneggia la splendida interpretazione di Levitt (incredibile il suo makeup)…certo per quanto riguarda tutte le digressioni possibili e immaginabili sui viaggi nel tempo e sui paradossi temporali ha ragione Bruce quando dice a se stesso giovane che potrebbero parlarne per un giorno intero..anche i buchi di sceneggiatura non sono trascurabili (per com’era partito il film dava l’impressione di essere più robusto sotto questo aspetto), però è un film particolare con una trama veramente originale, con delle scene d’azione ben coreografate e con un Levitt memorabile. Per quanto riguarda il dubbio se il bambino sia Joe o meno, mi sembra veramente impossibile che lo sia..scusate ma dei tre (Cid e i due Joe) l’unico a viaggiare nel tempo è Bruce che viene dal 2070, nel 2044 Joe come fa ad essere contemporaneamente un bambino e un ragazzo? Inoltre il film non avrebbe senso, cioè Bruce torna indietro per uccidere se stesso bambino?..inoltre nel 2070 ha diciamo 60 anni, nel 2044 ne ha 6? Concordo con Francesco Barbi quando dice che la scena della carezza serve solo a dimostrare l’universalità dell’amore incondizionato di una madre per un figlio.
    ps..quando Bruce ammazza tutti è Die Hard, altrochè Looper 🙂

    1. Marco Siena

      Il dubbio è sorto a molti, ed è un giochetto studiato a tavolino per aumentare il passaparola tra persone che vogliono confrontare le varie tesi e i dubbi. Ripeto, è un trucco usato forse meglio per Inception.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: