Feb 20

The Following

Terzo episodio di questa nuova serie che viene trasmessa in contemporanea con gli Usa, e che vede come protagonisti Kevin Bacon e l’ahimè poco ricordato, James Purefoy, attore inglese che invece ho sempre apprezzato. Facciamo poche battute su Solomon Kane, dai…
In contemporanea viene anche proposto il quarto episodio, ma in lingua originale sottotitolato, che nel caso voleste vedere in italiano, basterà attendere il prossimo martedì.
Per ora è stata completata la prima stagione, composta da 15 episodi.

Cast

Cast

Trama

L’ex agente FBI, Ryan Hardy, viene contattato dall’ufficio dopo che il serial killer di cui aveva seguito le tracce nove anni prima e infine arrestato, è evaso dalla prigione. Il motivo sembra il voler chiudere il ciclo di omicidi, che vennero fermati dall’intervento di Hardy. Ispirandosi e citando Edgar Allan Poe, Joe Caroll, il serial killer, compie i suoi delitti, considerandolo un’ispirazione anche per il romanzo che ha scritto e uno futuro, che vuole scrivere insieme a Ryan.
Ma oltre a Caroll, una piramide di suoi seguaci, si mette all’opera seguendo le sue direttive.

I due in campo

I due in campo

Considerazioni

Forse è ancora presto per dare un giudizio definitivo sulla serie, dopo appena 3 episodi. Sembra solida per ora, nonostante l’incognita rappresentata dall’entusiasmo iniziale per la buona idea dei seguaci, i follower di Caroll. Le citazioni di Poe, sono inoltre un buono spunto per i fan dello scrittore, o perlomeno per i suoi lettori. Va un po’ sprecato per chi non conosce il maestro del brivido.
Ottime logicamente le interpretazioni di Bacon e Purefoy (curioso sentirli in originale, in cui Purefoy interpretando un professore di letteratura inglese, ha uno spiccato accento di Albione, senza doverlo mascherare.)
Diamo una chance a questa serie, sperando che non deluda come altre partite bene. Lo scontro tra i due protagonisti, se ben orchestrato, potrebbe rivelarsi interessante.

4 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Claudio vergnani on febbraio 20, 2013 at 8:58 am
    • Rispondi

    insomma , come direbbero in Francia, a suivre (si scrive così?)

    1. Sono un po’ arrugginito in francese 😉 Starebbe per?

  1. lo sto seguendo anche io. per ora mi piace, anche se non vado pazza per i power player e la prima puntata lasciava presagire che Jo Carrol lo fosse. come dici tu, diamo una chance alla serie e vediamo che succede

    1. Anche l’episodio di ieri sera si è difeso. Però non mi ha stupito né fatto gridare al miracolo. Abbastanza di transizione direi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: