Lug 21

Cinque motivi per cui Pacific Rim ha fatto flop

Pacific Rim, con enorme soddisfazioni dei detrattori da stadio (quelli che per qualche motivo hanno odiato il film senza averlo visto), sembra avere fatto flop al botteghino. Com’è possibile?, si chiedono gli amanti del cinema fantastico e gli estimatori di Del Toro.  Sembra davvero impossibile che ciò sia avvenuto, dopo che film come Transformers che non hanno né trama né regia, hanno fatto incassi paurosi. Se ripenso alle sale piene zeppe di persone per Indipendence Day o persino per Avatar, film banalotto a dirla tutta e pur sempre in tema fantastico, rimango stupito di questa reazione del pubblico.

La sconfitta del cinema fantastico di serie A

La sconfitta del cinema fantastico di serie A

Ora, dopo qualche giorno ho iniziato a formare alcune teorie su quello che può essere successo, perché nelle posizioni alte della classifica dei film più visti, ci sono film degni appena dell’home video ma che hanno alcuni elementi che a Pacific Rim (per fortuna) sono mancati. Proviamo a stilare alcuni di questi punti. Ovviamente ce ne sono altri e vi invito ad aggiungerli nei commenti.

Protagonista belloccio
Mi direte voi, ma c’è Charlie Hunnam! Okay, e c’è pure una scena in cui a torso nudo ci mostra il frutto delle sue ore di palestra. Però, e c’è il classico però, non viene mostrato nei trailer e in nessuno speciale e quindi le frequentatrici di sale cinematografiche adoranti per il modello “Magic Mike”, non sono accorse. Nel trailer Hunnam si vede poco e in fretta, per lasciare spazio ai Kaiju e agli Jaeger.
Il trailer intelligente non paga. Sex and the City insegna (male).

Doveva puntare su immagine come queste! (Gesù, che tristezza)

Doveva puntare su immagine come queste! (Gesù, che tristezza)

Storia d’amore
Nessuna storia d’amore viene evidenziata, né nel trailer già citato, né in altri speciali. Se vogliamo dirla tutta non c’è, se non un’innocente e ipotetica storia che potrebbe nascere tra Becket e Mori. Del Toro ce la suggerisce ma non ne fa il perno centrale, a differenza del suo amico neozelandese che ha infarcito tre film di un’unica e pesantissima storia di coccole e bacetti stile Romeo e Giulietta fatta in fretta.
Avete presente cos’è successo con Ritorno a Cold Mountain? Se avessero mostrato la parte predominante della guerra, con la Battaglia del Cratere come tema dominante, parte del pubblico si sarebbe dileguato. Ebbene, qui non c’è stato quell’equivoco.

Ci vuole l'ammmmore

Ci vuole l’ammmmore

Amici Intelligenti e Maturi
Molta gente ha avuto l’amico che si è rifiutato di andare al cinema a vedere questo film. Perché? Per status sociale. Sì, va bene tutto, anche il peggior film senza trama e senso, purché sia etichettato “da adulti” e non “da bambini”. Eh beh, perché la tv fatta da robot comandati da essere umani che picchiano mostri giganti, è roba di quando eravamo bambini. Peccato che già a quei tempi, fu equivocato il vero target di questi prodotti. Il Giappone che inventò il genere, non lo aveva fatto per i bambinetti dell’asilo, bensì per quelli più grandicelli, diciamo dalle medie in su, fino all’adulto. Serviva a dare fiducia al popolo che si era beccato due atomiche alla vigliacca, e voleva esorcizzare il pericolo atomico in quel modo.
Secondo voi, ciò che ha scritto Go Nagai può essere paragonato ai Teletubbies? Ma per piacere…

Siete un po' confusi, mi sa

Siete un po’ confusi, mi sa

Patriottismo Stelle e Strisce
Sarò onesto e mi dispiace se qualcuno si offende. Purtroppo al popolo Usa non sta bene se la storia non è incentrata su avvenimenti sul suolo americano. Okay, uno dei protagonisti è americano, come il suo Jaeger, ma non c’è solo lui. L’azione è in Cina, gli Jaeger multietnici e quindi gli Usa non sono i difensori del mondo, ma parte di un programma. Aggiungete che il regista è messicano…

La Casa Bianca sotto attacco, questo fa il pieno al botteghino

La Casa Bianca sotto attacco, questo fa il pieno al botteghino

Cultura Povera e Disinformazione
Manca sicuramente una retro cultura per capire appieno il film, e la disinformazione dilagante, che viene alimentata dai punti precedenti, dà il colpo di grazia. I passaparola che di solito aiutano i film, hanno dato una mano a un prodotto innocuo come World War Z o al giocattolo Lone Ranger. Entrambi i film potevano contare su due attori bellocci, che attiravano entrambi i poli delle coppie: il fidanzato/marito che ci è andato per horror/sparatorie/battutone, la fidanzata/moglie per vedere Pitt e Depp. Ed è questo il cinema che piace, quello che fa incassare al botteghino. Man of Steel per dire, ha fatto più incassi, contando sull’attore con i muscoli in evidenza, la storia d’amore, la ragazza carina (sì, perché per Transfomers per dire, Megan Fox è servita ad attirare persino gli adulti e maturi che “i film con i robottoni no!”) e un personaggio che conosci e che non ti dà troppi grattacapi.

Non è Megan Fox e osa pure recitare bene!

Non è Megan Fox e osa pure recitare bene!

Dobbiamo davvero continuare a parlare di cinema con questa gente? E vi ricordo che così abbiamo perso ogni speranza di vedere al cinema Le Montagne della Follia. Se per sapere cosa sono state correndo su Google, sicuramente fate parte del punto Adulti e Maturi.

77 comments

Vai al modulo dei commenti

    • gaetano on luglio 21, 2013 at 9:10 am
    • Rispondi

    potrai elencare altri 2000 punti…il film non si regge all’inpiedi neanche per un nanosecondo….ma la ciliegina sulla torta è la parte finale sott’acqua:ridicola….dai lascia stare …da estimatore di del toro posso dirti che sta roba era una schifezza

    1. Il discorso non è se un film fa flop perché è brutto, ma fa flop perché non riesce a portare la gente al cinema. Ci sono film orribili come The Hobbit che riempiono le sale insultando l’intelligenza dello spettatore semplicemente perché hanno usato trucchetti che Del Toro, onesto, non ha usato.

  1. Eh, mi sa che ci hai preso…

    1. L’ho pensato subito appena ho visto il trailer…

    • adriana on luglio 21, 2013 at 9:19 am
    • Rispondi

    davvero un brutto film….parte già con i kaiju arrivati sulla terra…e si sa in questi film il prologo non va bene,continuando parliamo pure dell’unione celebrale,passando per il fatto che ad un certo punto del film dice che i kaiju arrivano ogni 5 min(la terra sarebbe a pezzi) ed infine alla fine sott’acqua:Dio che boiata,non si capisce nulla in quella parte e non vedevo l’ora che finisse:pessimo

    1. Se i film facessero flop perché fanno schifo, certi non sarebbero al vertice della classifica del botteghino. Il film se non piace, lo sai dopo che lo hai visto. Pacific Rim ha fatto flop perché ha sbagliato la strategia pubblicitaria, e in seconda battuta, non ha accettato di diventare un film per menti elementari, quelle che vogliono i punti che ho elencato.

  2. Un film fantastico, un vero cult, l’insuccesso al botteghino in realtà è molto relativo, sul lungo periodo Pacific Rim sarà ricordato come lo spartiacque fra l’insulso cinema di ieri e quello di domani. Sicuramente il miglior lavoro di Del Toro

    1. Lo penso anch’io. Sarà uno di quei film che si tramanderà di generazione in generazione come punto di origine per i film di qualità del futuro. Ovviamente se sapranno non cedere ai compromessi elencati nei 5 punti.

  3. se non lo capisci cerca su Google “pacific rim spiegazione”

    1. Strano, sono pure due menti un solo IP, come i piloti degli Jaeger. Si vede che hanno fatto una condivisione ma è andata male…

  4. Gli spazi, dopo la punteggiatura. Non sono degli optional quindi mettilili.
    Il punto alla fine della frase finale, l’hai dimenticato.
    Kaiju poi andrebbe scritto con la maiuscola.
    Inoltre è unione CEREBRARE e non CELEBRALE.

    Imparate un minimo di italiano: le vostre boiate sembreranno almeno un po’ meno infantili.

    1. Forse sono ancora scossi. E poi litigarsi il pc in due per scrivere per primi un commento, non deve essere facile con questo caldo.

  5. opinioni non boiate… e si torna al problema della sopravvalutazione della democrazia

  6. che poi, riflettendoci, trovo oltremodo stani che due persone diverse commettano gli stessi errori… 😉

    1. Ecco, io l’ho pensato, tu lo hai confermato 😀

    • claudio on luglio 21, 2013 at 10:38 am
    • Rispondi

    può essere che i precedenti Real Steel e la saga Transformers abbiano un po’ frenato l’affluenza per una sorta di ragionamento: “Robot? Già visti.” ?

    1. Vorrei che fosse così e invece… appena Bay farà uscire un nuovo baraccone con robottoni, cani amici, bandiere al vento, bellocci depilati e donnine discinte, il cinema si riempirà. È matematico.

      1. Calcola per esempio, che stanno facendo la fila per L’Uomo d’Acciaio che di certo non è un personaggio nuovo nuovo e poco inflazionato.

  7. Non posso che condividere i punti in questione, purtroppo i soldi si fanno con prodotti banali e spesso remake , io non amo la CGI eppure Del Toro ha saputo usarla in modo egregio piegandola alla trama e rendendola parte di un meccanismo la cui funzione era raccontare una storia. E solo per questo merita applausi. Diventerà un cult come tanti altri flop , forse il suo unico difetto è l’essere un film ibrido, ovvero dietro una confezione da film per adolescenti stile Transformers , c’erano dei messaggi e una tecnica da cinefili navigati e questo spacca il pubblico che esce spiazzato dal cinema oppure non ci va proprio.

    1. Hai detto tutto. Il problema è che quello che in mano di altri sarebbe stato un giocattolone dalla regia frenetica e dalla scatola vuota, qui c’è un autore che sa come si dirige un film. Tutto ciò manda in palla lo spettatore abituato alle cose sempliciotte con tanti colori e poca sostanza.

  8. Concordo con Claudio (credo). Io personalmente, deluso da robottoni e da un certo gusto per l’esagerazione che sembra imperare, me ne sono tenuto alla larga – e in realtà anche perché mi hanno proposto di andare a vederlo quando mi trovavo in ferie un’altro paese… Fatto sta che, al di là del regista, sarei entrato in sala con aspettative bassissime. Soprattutto per aver visto recentemente Man of Steel, che della categoria “grattacieli che cadono come fuscelli” è un po’ la summa. Non so, forse c’è qualche altro appassionato del genere che è stufo di queste cose? Forse Transformers ha fatto più male che bene, e non ho dubbi che Pacific Rim sia migliore dei polpettoni di Bay… Ma lì entra in gioco anche il lato emotivo. Io ci giocavo con i robottini, li guardavo in tv, e per vedere in azione Optimus Prime (Commander) sono disposto a perdonare Megan Fox e le scelte di sceneggiature bacate.
    (Però prima o poi voglio vederlo, anche se ormai è difficile che vada al cinema!)

    1. Mah, come ho detto precedentemente, se uscirà un nuovo Transformers la gente lo andrà a vedere, al contrario di questo.
      E il problema sta anche nel non sapere chi è Del Toro sennò uno poteva pure immaginarselo che con la robaccia di Bay non aveva nulla a che fare. E non parlo di te.

      1. Ecco, giusto il prossimo anno uscirà il 4° Transformers. A quel punto sarei sollevato di vedere che farà un flop al botteghino, ma so già che sarà pieno…

  9. Sì, immagino di sì!
    Per quanto riguarda Del Toro, è un peccato. Ed è strano, perché i suoi successi da botteghino li ha avuti.

    1. Piano piano e rosicchiando, e tenuto sempre un po’ a distanza perché messicano.

    • Andrew on luglio 21, 2013 at 6:10 pm
    • Rispondi

    Sinceramente a me è piaciuto molto.Un bellissimo omaggio ai manga/anime Giapponesi.Si vede che Del toro ci ha messo tutta la sua passione e la frenesia di un giovincello affascinato da quei mitici Robot nipponici.Plot semplice,ma meccaniche di combattimento interessanti e con una logica di fondo.La connessione neurale ottimamente implementata e la coordinazione nei movimenti rende quasi credibile tutto lo sforzo dei jeager.
    Scene d’azione Chiare e Pulite,che non lasciano spazio a confusione o fastidi vari tipiche del genere.
    Non ci sono gnocche supermodelle,ma una simpaticissima controparte femminile che regge molto bene la parte a mio avviso.
    Io spero che rientri almeno nel budget (al momento è sui 120 worldwide mi pare,su una spesa di 190).Considerate comunque che anche Lone ranger ha floppato parecchio al box office ed è al di sotto della spesa complessiva di 100 milioni.

    1. La cosa che mi preoccupa di più, è che se questo film fa infuriare quelli di Hollywood se non copre le spese, è che Del Toro possa finire qui la sua avventura, e che Le Montagne della Follia non si gireranno mai.

    • Andrew on luglio 21, 2013 at 6:39 pm
    • Rispondi

    Io sono fiducioso,ai 190 worldwide può arrivarci.Del toro si è aperto anche a possibili sequel/prequel.

    Concordo purtroppo sulla questione transformers/bay: se il primo capitolo era almeno sufficiente i sequel sono polpettoni no sense di esplosioni e fighette che non si sporcano nemmeno i capelli di polvere.Tra l’altro si passa dal rallenty abusato a robot pesantissimi che si muovono come scheggie.(talvolta non si capisce chi siano gli autobot e i decepticon).Eppure fa incassi…

    Pacific rim ha una logica,c’è uno sforzo profuso degli umani per guidare i robot;questi ultimi si muovono realisticamente e sono vulnerabili ai colpi dei kaiju.La fotografia anche è eccellente…di gran classe il passaggio dal jaeger ai ricordi di Mako.

    • Andrew on luglio 21, 2013 at 6:43 pm
    • Rispondi

    Aggiorno:

    PACIFIC RIM: $110.3M Overseas Total / $178.5M Global Total.

    Tutto sommato se la sta cavando…il passaparola funzionerà,anche molti addetti ai lavori ne stanno parlando bene.

    1. Incrociamo le dita allora, perché questo film merita un buon successo. Sono curioso di vedere gli incassi distribuiti per paese, alla fine.

    • teddy on luglio 23, 2013 at 12:47 am
    • Rispondi

    Siamo già a 198.000.000 worldwide…
    Perchè parlare di flop?

    1. Io ho dei dati diversi, ma se mi dai un link che mi conferma le cifre che dici tu, non posso che esserne contento. Qui da noi fa fatica ad arrivare al milione…

    • Andrew on luglio 23, 2013 at 5:07 pm
    • Rispondi

    Credo comunque che complessivamente stia avendo più successo fuori dagli USA.

    • teddy on luglio 24, 2013 at 9:48 pm
    • Rispondi

    Qui:

    http://www.splattercontainer.com/news/item/pacific-rim-rimane-secondo-in-italia-record-in-usa-per-l-evocazione-di-james-wan

    Ma mi fido più di questo:
    http://www.boxofficemojo.com/movies/?id=pacificrim.htm

    Fa 3 milioni al giorno o più attualmente, rimarrà in prima altre 2 settimane almeno e soprattutto deve ancora uscire su molti mercati, soprattutto giappone e cina, dove ci si aspettano ottimi risultati.
    Deve accadere qualcosa di eccezionale perchè non si passino i 200 milioni

    Comunque Lovecraft non ha mai avuto fortuna al cinema, non so se vedrà mai la luce il progetto su Le montagne della follia

    1. Io continuo a incrociare le dita affinché Del Toro non venga ricacciato in Messico

    • teddy on luglio 25, 2013 at 12:03 am
    • Rispondi

    Nella sola Corea del Sud ha fatto 15 milioni… magie del sol levante.
    E se non hanno ricacciato Del Toro in Messico per (lo straordinario per me) Il Labirinto del fauno…
    Comunque incrocia le dita che tanto non costa nulla

    1. Il Labirinto del Fauno era una produzione internazionale, non ci rimettevano solo gli Usa. Questo Pacific era il banco di prova per fargli approvare altri progetti.

    • teddy on luglio 25, 2013 at 12:09 am
    • Rispondi

    mi correggo,

    ALLE montagne della follia

    mea culpa…

    • Teddy on luglio 25, 2013 at 10:07 am
    • Rispondi

    io continuo ad essere ottimista, per scaramanzia

    1. Io incrocio le dita…

    • Andrew on luglio 28, 2013 at 7:47 pm
    • Rispondi

    PACIFIC RIM: $140M Overseas Total / $224 Global Total.

    E deve uscire ancora in Giappone e Cina…

    1. Sono “appena” 24 milioni oltre il costo, finora. In compenso, Wolverine, che ha messo il trailer con Jackman nudo e bagnato, sta andando bene. Queste cose mi lasciano alquanto perplesso.

    • teddy on luglio 29, 2013 at 5:51 pm
    • Rispondi

    e moltissimi stati non sono aggiornati da settimane, come l’Italia.
    Si passano i 300 milioni a breve (sono ancora ottimista)

    1. In compenso, il punto uno del post è stato confermato. Wolverine, con Jackman a petto nudo che esce dalla pozzanghera nell’acqua mostrato nel trailer, ha fatto il boom nel week end.

    • teddy on luglio 30, 2013 at 6:25 pm
    • Rispondi

    Pacific rim è da un punto di vista del marketing un vero vero flop: ho appreso per sbaglio della sua uscita 3 settimane prima dell’uscita stessa, mentre di wolverine si parla da mesi e di trasformers 4 da un anno; manca di un bellone a petto nudo e di una cosciona vestita da pinup; per fortuna che c’era un robot a cavallo di un ponte di fronte a un mostro gigante nella locandina, altrimenti chi conosce la parola Kaiju oltre ai Giapponesi e ai patiti del genere?

    1. L’unica consolazione è che così non c’era la gente sbagliata in sala 😉

    • Gianluka on luglio 30, 2013 at 10:54 pm
    • Rispondi

    A me è piaciuto moltissimo ,ottimo film , Credo che gli incassi globali si fermeranno sui 300 siamo a 240 milioni di dollari non benissimo ma sicuramente non un flop come certi sperano….

    1. Che poi non capisco la loro soddisfazione se il film va male al botteghino. La gente è strana.

    • MACHETE on luglio 31, 2013 at 7:58 pm
    • Rispondi

    Il film potrebbe essere ritenuto una boiata se e solo se non piace la trama il che ci può anche stare, ma questo è un film fatto come tributo ai mitici cartoni giapponesi e quindi ammettiamolo che Del Toro è stato bravo ad infilarci tutti i principali richiami ai classici robottoni ed è per questo che mi è piaciuto molto! Sono andato a vedere dei robottoni, i miei robottoni! E lo scopo è stato pienamente raggiunto.
    Il vero flop lo ha fatto il marketing perchè bastava fare un trailer con il fisico del protagonista e far vedere la scena dove si intuisce una probabile storia d’amore oltre ad una paio di epiche scazzottate e avrebbe incassato il doppio.

    1. L’onestà intellettuale di Del Toro, che si è dimostrato così un professionista serio e convinto della qualità del suo film, non ha pagato. Non sul pubblico medio-basso.

    • Andrew on agosto 8, 2013 at 12:51 am
    • Rispondi

    42 milioni al debutto in cina!!!!

    http://www.boxoffice.com/latest-news/2013-08-06-china-pacific-rim-triumphs-with-425m-debut

    1. Questo conferma che, oltre a essere 1,5 miliardi contro i nostri 60 milioni di abitanti, i cinesi sanno cosa andare a vedere al cinema.

    • Gianluka on agosto 9, 2013 at 2:30 pm
    • Rispondi

    Infatti , poi è un film praticamente unico nel suo genere .
    comunque si presume arriverà sui 400 milioni al momento è ben oltre i 300 ,meglio spero in un Sequel ..
    Comuque a me per esempio Avatar non è piaciuto, nonostante abbia guadagnato moltissimo .

    1. Ancora me lo chiedo come possa essere diventato un fenomeno, un film scialbo come Avatar.

    • Koji kabuto on agosto 16, 2013 at 2:06 am
    • Rispondi

    Personalmente, credo ke il motivo principale dell’ “insuccesso”,oltre ke x i motivi già elencati(bellocci/e quasi assenti,pseudo storie d’amore etc etc..) sia da imputare al fatto ke sia una storia “inedita”.È vero il film è ricco d’ omaggi agli anime e manga sui vari mecha,che tanto c hanno fatto e c fanno tuttora sognare,ma nn ha radici solide.Lanciare questo tipo d franchise,senza ke dietro c fosse un anime d più o meno successo,o un manga di discreta distribuzione,è stata una vera scommessa,ke negli states nn ha ripagato come nelle aspettative,mentre nel resto del mondo pur con buoni incassi,nn è riuscito a richiamare un pubblico più numeroso!alla fine cmq incasserà,magari nn le cifre sperate.ma qualcosa guadagneranno!staremo a vedere e soprattutto mi auguro che grazie a questo film possano prender vita progetti futuri,dalle aspettative ancora più allettanti,come:gaiking(che sembra sia ad una svolta),macross,gundam e perché no i buon vecchi mazinga e goldrake

    1. La vedo dura. Agli americani non piacciono troppo le cose in cui loro non sono protagonisti. Se vogliamo gli action live di Goldrake e compagnia bella, dobbiamo sperare in produzioni nipponiche.

    • Aldo on agosto 16, 2013 at 12:29 pm
    • Rispondi

    È proprio da ridere notare tutti gli sforzi dei fanboys per farsi una ragione del fallimento di questo filmaccio.
    Cinema di serie A… Muhuhuhuahuhahuah.

    Le motivazioni di questo articolo sono un’ampia e abbastanza comica arrampicata sugli specchi.
    La verità è che, per attirare un po’ di gente al cinema, sarebbe bastato scrivere una sceneggiatura decente, così il passaparola sarebbe stato “vai a vedere PR, che è un bel film”, anziché essere “Wow, Pacific Rim, boom, i cazzottoni coi robottoni che fanno Btshhhh quando parte il razzo dal gomito e fa braaaam”.
    Non so se mi spiego, perché il tenore del commento del fanboy medio questo è stato.

    1. Sì sì, ti spieghi benissimo. Se fosse bastata una sceneggiatura decente, spiegami perché la gente è andata a vedere film come l’ultimo Wolverine?
      Però mi fa piacere vedere che c’è gente come te, che dopo settimane cerca ancora conferme con chiavi di ricerca tipo “pacific rim flop” e mi regala visite.
      Grazie ancora.
      Un fanboy.

  10. Guarda che questo è arrivato con la chiave di ricerca “pacific rim spiegazione”.

    Per la serie quello che non capisco è brutto gnegnegne

    1. Cercava visite, facendo il gnegne 😀

      • Aldo on agosto 16, 2013 at 4:33 pm
      • Rispondi

      Sí, certo, c’era tanto da capire. Sottotesti celati tra le righe a pacchi.
      In questo pungentissimo ( wow ) commento che hai scritto forse intendevi che bisognava sapere a quale sottocultura era rivolto, il citazionismo, la cultura pop, i Kaiju, gli anime e bla, bla, bla. Se mi vuoi credere, ti assicuro che ho vissuto pienamente il periodo boom sia dei Kaiju movies che quello dei robot giganti della Toei e di Go Nagai ed è proprio per questo che mi sento preso per il culo da questo film. Ora però evado da questo blog altrimenti regalo visite a questo qua e poi lui si mette ad esultare e io mi sento tanto male, capisci ?

      1. Sì, capiamo anche che cerchi visite per il tuo simpatico canale.

        • Aldo on agosto 16, 2013 at 5:07 pm

        Eh… Me ne farai fare tante, ne sono persuaso. Qua dovevo venire a commentare per fare tante visite. Adesso ne ho almeno 2 in più. Queste sono soddisfazioni.

    • Aldo on agosto 16, 2013 at 4:14 pm
    • Rispondi

    Se sul tuo blog parli di cinema ( la butto lí, eh, non vorrei che poi mi rispondessi: tié, hai sbagliato, qui si parla di patate a pois ), dovresti saperlo bene perché la gente va a vedere Wolverine.
    Comunque qui ci sono finito per aver cercato “Pacific Rim Giappone” e sapere i risultati al botteghino nipponico. Manco questa hai indovinato, povero bimbo.
    In fondo un po’ ci spero in un seguito, ma unicamente perché significherebbe che il danno fatto da questo film ad un eventuale filone cine-robottoni è arginabile.
    Comunque è bello vedere come fate quadrato per sostenervi a vicenda. È quasi commovente.

    1. Grazie per essere passato. Torna pure ai tuoi video di 56 minuti per parlare del nulla. Adios.

        • Aldo on agosto 16, 2013 at 5:03 pm

        Mio Dio, mi hai stalkerato per attaccarmi sul mio lato più sensibile: i miei video. Queste sì che sono solide argomentazioni. You win XD. Vado a piantarmi una katana nelle budella.

      1. Mi dispiace averti sulla coscienza, ma era semplicemente per avere anch’io una conferma. O le vuoi solo tu?

        Comunque sia, capisco che sul tuo canale fare i sagaci con battutine e insulti vada di moda, ma qui la gente di solito è educata. Cosa che evidentemente non ti garba.
        Ora, ti ripeto, grazie di essere passato e addio. Sopravviveremo anche senza di te da queste parti.

  11. lungo quasi come il film ma sicuramente con una sceneggiatura migliore

    • lorenzo on agosto 22, 2013 at 7:11 pm
    • Rispondi

    ai cinesi piace 🙂
    e sono più di un miliardo 😉

    http://www.cineblog.it/post/287725/pacific-rim-boom-in-cina-100-milioni-di-dollari-dincasso-battuti-gli-usa

    e io me lo sono goduto con mio figlio di 8 anni e un sacchetto di popcorn

    posso vedere Star Trek Into the Darness e poi andare a vedere Pacific Rim e continuare a usurare i dischi di 2001 o di Blade Runner senza che mi vengano le convulsioni

    1. “What, you don’t like rice? Tell me Michael, how could a billion Chinese people be wrong?”

      Direi che come citazione, calza a pennello 😉

    • MikeB80 on agosto 23, 2013 at 8:30 am
    • Rispondi

    Buoni effetti speciali che non sono bastati a compensare l’assoluta povertà di contenuti.
    Io sono un fan delle pellicole di fantascienza e dei mecha, ma ho trovato questo film davvero brutto, una sorta di versione estesa di un episodio dei Power Rangers, ma senza un briciolo di humour.
    E la patina di seriosità rendeva tutto quanto -involontariamente- ancora più ridicolo. Quasi ai livelli di Cloverfield.
    Quanto al cast… meglio stendere un velo pietoso.
    Bambocci messi lì che recitavano per il minimo sindacale.
    L’unico attore apprezzabile era il veterano Ron Perlman.
    Il confronto con i Transformers o i film di Star Trek e dell’Universo del Signore degli Anelli non può reggere per una ragione semplicissima.
    Questi “brand” hanno decine di milioni di fans in tutto il mondo e anche se i film sono mediocri o persino orrendi, le persone vanno a vederli per seguire le vicende dei personaggi che amano.
    Al nerd quarantenne che colleziona Transformers dagli anni 80 importa poco se il film è diretto da Michael Bay o Bernardo Bertolucci.
    Ciò che gli interessa è il fatto che nella storia che andrà a vedere ci siano Optimus Prime, Megatron, Bumblebee, Starscream.
    Lo schema “Robottone generico” (dal design non troppo indovinato e pilotato da attore semisconosciuto) contro “mostrone generico che
    esce dagli abissi” non attira.
    E Guillermo del Toro è ampiamente sopravvalutato, soprattutto qui in Europa. Il Labirinto del Fauno era discreto, ma certamente non un capolavoro immortale della cinematografia. La storia fantasy era quasi un pretesto… e la pellicola era infarcita di politica a buon mercato (i militari cattivi blabla) e probabilmente troppo cupa per poter avere successo presso il pubblico più giovane.

    1. Chacun ses Goûts, dicono in Francia. Ma facciamo attenzione a una cosa: nei film di Bay, Optimus e Megatron che se le danno di santa ragione, sono in realtà due macchie colorate indistinte nella macchina da presa epilettica del regista, incapace di girare una scena nitida di scontro. Cosa che Del Toro invece ci mostra come va fatta.
      Riguardo agli attori… io l’ho visto in lingua originale e la storia cambia parecchio, rispetto ai nostri piatti doppiatori.

  12. Da flop e franchise! 😀 Fortunatamente il cuore del tuo post è stato smentito! 🙂 All’estero non sono tutti capre come gli americani! 😀 A loro devi far vedere “Una notte al museo” e sono contenti! Ora siamo a 404 milioni worldwide e la corsa in Cina e Giappone continua… 😉
    Ho letto che Del Toro sta già pensando alla sceneggiatura del sequel… 😀
    Stappiamo una bottiglia per festeggiare! (e speriamo che Benicio ottenga di fare Lovecraft 😀 )

    1. In effetti, dovrei aggiungere “In Usa e Italia” al titolo del post, perché in fatto di gusti andiamo dietro a mamma America. Abbiamo il gusto dell’orrido e preferiamo Bay 🙁
      (P.S. Guillermo, non Benicio. Mi sbaglio anch’io a volte 😀 )

    • Francesco on luglio 21, 2014 at 12:11 pm
    • Rispondi

    Chi ha scritto questa recensione puo anche cambiare lavoro.
    Un film deve dare emozioni. Pacific rim no!!
    Un film deve essere coerente, o almeno deve dare la finzione di esserlo. Pacific rim per niente. Robot guidato da due persone perche? Inventane altre. Tipo uno guida gli arti e l’altro le armi.

    I film di mostri e robot ci faranno anche tornare bambini. Ma presi per il culo cosi da un film robaccia.. Basta andare a vedere l’elenco errori su pacific.. Osceno. Secondo me tra una decina d’anni qualcuno con i controcoglioni prenderà la storia e ne fara un cult. Ma per ora il regista puo anche tornare a vender patate.
    Vi consiglio pacific rim 2 che se mi mettevo io dal davanzale della finestra e una marionetta lo facevo meglio 🙂

    1. Grazie per l’intervento molto garbato, Francesco. Ora vedo se Del Toro è libero così gli passo i tuoi suggerimenti. Magari ti fa fare Pacific Rim con le tue marionette. Sempre che capisca quello che hai scritto…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: