Ramos Fizz

Il Ramos Fizz è un cocktail after dinner dalla storia antica. Permettetemi di definire antica una ricetta risalente intorno al 1888, creata a New Orleans da Henry Ramos per il suo bar. All’inizio si chiamava semplicemente New Orleans Fizz, nell’epoca in cui i cocktail di genere fizz stavano avendo un buon successo. Per fizz, per chi non lo sapesse, si intendono quei cocktail che contengono vari gusti aspri, dati dal mix di diversi agrumi come limone e il lime.
La richiesta, fino all’epoca del proibizionismo era così alta, che i barman diventavano pazzi per stare dietro alle ordinazioni, questo perché non è così semplice da preparare né così veloce come possa sembrare.

Ramos Fizz

Ramos Fizz

Guardiamo gli ingredienti e facciamo attenzione alla preparazione. La schiuma, tocco di classe del cocktail, non è semplice da mantenere stabile.

Ingredienti

  • 4,5 cl Gin
  • 1,5 cl di succo di lime
  • 1,5 cl di succo di limone fresco
  • 3 cl di sciroppo di zucchero
  • 3 gocce di acqua di fiori d’arancio
  • 2 gocce di estratto di vaniglia
  • Soda
  • 6 cl di panna
  • 1 albume d’uovo

Preparazione

La ricetta direbbe di versare tutti gli ingredienti, tranne la soda, in un bicchiere da mix (secondo l’IBA nel bicchiere, senza ghiaccio e limitandosi a mescolare). Dopo due minuti, aggiungete il ghiaccio e mescolate per un altro minuto. Versate in un highball senza il ghiaccio e aggiungete la soda.

Mixing glass o bicchiere da mix

Mixing glass o bicchiere da mix

A questo punto, se siete stati bravi, l’albume e la panna, avranno creato una bella schiuma. In alternativa, montate prima sia la panna che l’albume separatamente e aggiungetele già in questa forma. È da provare.

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • claudio il Agosto 17, 2013 alle 10:43 am

    se c’è l’uovo io bevo senza preclusioni e con abbandono.

    1. C’è solo l’albume a zabaione, mixato con la panna. Io dovrei usare la vegetale.

        • claudio il Agosto 17, 2013 alle 11:31 am

        io ci metto anche il guscio 🙂

      1. Dà quel tocco in più 😉

        • claudio il Agosto 17, 2013 alle 2:08 pm

        … al fegato e ai reni … 🙂

      2. E ai denti, mentre lo mastichi

    • RICCARDO il Agosto 17, 2013 alle 5:14 pm

    in casa non ho nulla di quanto serve… volete un crodino?

    • RICCARDO il Agosto 17, 2013 alle 5:16 pm

    forse le uova…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: