Nov 24

Hey Paul!

Una domanda che mi sono fatto rivedendo questa scena: è la rappresentazione della fame di scalata sociale di chi vive come i protagonisti del romanzo e del film?

Sarà, ma che sia gente così che decida se posso mangiare o no, mi garba poco.

Sarà, ma che sia gente così che decida se posso mangiare o no, mi garba poco.

Gli squilibri mentali derivati dall’essere perennemente sotto tensione nel dover apparire, nel dover raggiungere target aziendali, nel trovare posto nel ristorante prestigioso, sono ben rappresentati. E se questa gente vive così, credo che passi più tempo a preoccuparsi di costruirsi un personaggio pubblico vincente, che a lavorare realmente.
A me, non è che diano tutto questo senso di professionalità…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: