«

»

Dic 02

Il Grattacielo di Francesco Capasso

Continuano le recensione di autori auto pubblicati. Oggi è la volta di questa novella di Francesco Capasso, al suo secondo lavoro rilasciato su Amazon per Kindle. E Francesco lo fa con una premessa con cui mi trovo pienamente d’accordo, e che ricalca il mio pensiero sul self, troppo spesso accusato di essere una scappatoia dopo i rifiuti delle case editrici. A nessuno viene in mente che magari a qualcuno delle case editrici non interessa e basta?

ilgrattacielo

Sinossi (ufficiale)

Trovarsi in un grattacielo e perdersi tra i suoi piani. Seguire l’impulso di salire sempre più su, anche se si sta cercando la via di ritorno. Intraprendere un viaggio in verticale tra personaggi surreali: l’uomo uccello, il collega della morte e tanti altri, mentre il mondo caotico della città si allontana, è sempre più in basso, e noi sempre più immersi nel cielo, che è lo specchio del mare della nostra coscienza.

Considerazioni

Questo ebook ha la lunghezza di una novella e si legge in poche ore, anche se in realtà è una serie di mini racconti legati da un fil rouge, rappresentato dall’avanzare lungo i piani del protagonista, Gabriel, un ragazzo che doveva pagare semplicemente un conto, e si ritrova intrappolato nell’edificio.
Mentre procede lungo le interminabili scale, attraversando i piani, Gabriel incontra personaggi e situazioni bizzarre e grottesche, degne di Ai Confini della Realtà, ma che contengono, ognuna di loro, una morale di fondo.

Ogni personaggio racconta in prima persona la vicenda che lo ha portato lì, spiegandoci così il perché si trovi lì.
La lettura è piacevole e scorrevole, e come ho detto in apertura finirete presto questo ebook. Nonostante qualche refuso, si nota che l’autore sta sviluppando la propria voce e il proprio stile. Terrò d’occhio Francesco d’ora in poi.

LINK di acquisto

Enhanced by Zemanta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: