Dic 05

Ripper Street chiude

Notizie del genere non si vorrebbero mai sentire, specialmente quando si è in giro per lavoro e si freme per l’uscita del prossimo episodio. Anche oggi ho guardato se il 6° fosse già disponibile, tanto per dire.
E così Ripper Street, di cui vi parlai QUI, e che ritengo una delle più belle e avvincenti serie di questi anni, chiude i battenti per calo di ascolti.

ripperstreet4

Il cast

La notizia mi è stata riportata da QUESTA fonte, il Guardian, da cui potete leggere anche questa frase:

Ripper Street is a beautifully made period drama, but it’s been crushed by I’m A Celebrity’s ratings juggernaut, and that’s a real shame

Perdere una serie del genere è davvero una vergogna, ma c’era quasi da aspettarselo e per vari motivi. Ripper Street ha come protagonisti tre uomini adulti, non bellocci né glabri e androgini, seppur affascinanti. Non c’è nessuna femme fatale per il pubblico maschile, d’altro canto. Le situazioni sono in linea con l’epoca, e i protagonisti non esitano a usare le maniere forti. Lo stesso Drake non guarda in faccia uomo o donna che sia, e per più di una volta lui e altri hanno storto il naso davanti a casi di omosessualità.

Apparizioni storiche importanti, come quella di Abberline...

Apparizioni storiche importanti, come quella di Abberline…

Soprattutto non sono senza macchia. L’ispettore Reid tradisce la moglie, Drake si mette con una prostituta cercando di vincere i pregiudizi e viene insultato più volte, Jackson approfitta delle prostitute di Caitlin che ha lasciato tutto per lui. Insomma, non quello che la tv buonista e politicamente corretta ha cercato di inculcarci per anni, e non di certo modelli che possono piacere a un pubblico più giovane e leggero.

... e Joseph Merrick

… e Joseph Merrick

Cos’altro aggiungere? Nulla, se non che è un triste capitolo della storia della tv, e mi dispiace che sia accaduto in Uk, l’ultimo posto felice per le serie di qualità.

 

Enhanced by Zemanta

4 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Paola on dicembre 5, 2013 at 10:01 pm
    • Rispondi

    Ecco. Questo dagli inglesi non me l’aspettavo. E però… e te lo dice una che passa per quella che ha il culto degli androgini, gli attori sono belli sì, e perfetti per le parti “sporche” per cui sono stati scelti. E da quando dare dei difetti ai “buoni” è sbagliato? un buono solo buono è monodimensionale… uffa, ribadisco, dagli inglesi non me l’aspettavo 🙁

    1. Il politicamente corretto all’americana prevede protagonisti legali buoni, androgini e contrapposti a villain altrettanto androgini ma con tratti più scuri. Questo non è contemplato dagli inglesi, che hanno messo tre uomini maturi in un unico serial.
      E paga pure lo scotto di un talent alla stessa ora.

    • Oreste on marzo 7, 2014 at 7:35 pm
    • Rispondi

    Vediamo di finirla con questa storia che ogni volta che comincio una ricerca su internet finisco nel tuo blog.

    1. Ahahah, adesso chiedo un bonus per i visitatori recidivi 😀

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: