«

»

Giu 10

Il Compare di Bevute di Giugno: Edward Bunker

Ho appena iniziato un libro di Edward Bunker, Come una Bestia Feroce, sua prima opera e a detta di molti la più bella. Di lui ho già letto diverse cose, da Cane Mangia Cane (la cui traduzione del titolo in italiano fa perdere un po’ il gioco di parole) a Little Boy Blue, e posso dire che è una delle voci del genere crime story che preferisco.

segnaletica

Niente fronzoli inutili, niente melodramma (che sopporto sempre meno, devo confessarlo), molto realismo e vicende crude che ci fanno conoscere un mondo dei bassifondi meno edulcorato rispetto a quello mostrato dalla TV e dal cinema. Bunker si è fatto la galera per una vita intera, partendo dal riformatorio e passando a gli istituti per maggiorenni, entrando e uscendo come se fossero alberghi. Bunker era un criminale nel DNA, un criminale incallito, un drogato del crimine. Per tanto che ci provasse, ci ricascava.

Ora, prendendo per buono le sue biografie e quello che scriveva nei suoi romanzi, una grossa colpa ce l’aveva pure la società, che faticava a far reintegrare uno che avesse la fedina macchiata. Questo succede anche oggi, succede ovunque. Per tanto che provasse a tornare sulla retta via, la fame lo costringeva a tornare nel giro, qualunque esso fosse, purché desse da vivere.

Ed nei panni di Mr Blue in Reservoir Dog

Ed nei panni di Mr Blue in Reservoir Dog

Però Ed ci ha sempre creduto, ci ha sempre sperato. Per questo non ha mai mollato la macchina da scrivere che una sua amica – un’attrice comica ringraziata nell’apertura di Come una Bestia Feroce – gli regalò. Ed lesse di tutto in quegli anni e scrisse diversi romanzi dietro le sbarre. Conobbe pure Denny Trejo con cui strinse una buona amicizia che si rivelerà fruttuosa per entrambi, e che aiuterà a sviluppare le loro future carriere.
Ed scriveva, leggeva, scriveva. Poi usciva, ci provava, non emergeva, non trovava un lavoro standard e ci ricascava. Ma alla fine, come nelle migliori storie a lieto fine, viene riconosciuto come autore e vende pure diritti per film, uno dei quali, Vigilato Speciale, era interpretato da Dustin Hoffman, ed è stato tratto proprio da Come una Bestia Feroce e co-sceneggiato dallo stesso Bunker.
Insomma, la fortuna ha girato per il verso giusto, tanto che è finito a lavorare anche come attore in diversi film, a sceneggiarne altri e a fare da consulente a De Niro per Heat.

Edward Bunker

Edward Bunker

Edward Bunker ha avuto talento, fortuna tardiva, e buone opportunità, dopo una vita in cui le opportunità sembravano non arrivare e non esistere, se non per chi fosse nato con la camicia. E quando le cose girano male, guardo verso di lui, perché la sua storia sembra migliore e più genuina di tanti altri rags to riches

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: