Giu 13

Yesterday- The Beatles

Riguardando C’era una volta in America, mi è tornata all’orecchio Yesterday, la canzone dei Beatles che penso conosciamo tutti. Morricone ne fece fare una versione per il film, orchestrata e con appena due o tre parole del testo accennate. Mi ha ricordato, scusate il paragone, come la cantò il grande Troisi in Non Ci Resta Che Piangere.

the-beatles-yestarda

Una cosa che non sapevo, era che quando McCartney si mise a comporla dopo essersela sognata, venne appoggiato solo da Lennon. La composizione, che richiese diversi mese, venne infatti criticata dagli altri Beatles, che lamentavano l’ossessione di Paul per quel brano.
E se guardate chi era presente all’incisione, vedrete che l’unico era proprio Paul. Eppure, doveva, secondo alcuni, essere un insuccesso, perché troppo distante dal classico stile Beatles.

Sarà, per me rimane un bel pezzo…

Yesterday
Yesterday, all my troubles seemed so far away
Now it looks as though they’re here to stay
Oh, I believe in yesterday

Suddenly, I’m not half the man I used to be
There’s a shadow hanging over me.
Oh, I yesterday came suddenly

Why she had to go I don’t know she wouldn’t say
I said something wrong, now I long for yesterday

Yesterday, love was such an easy game to play
Now I need a place to hide away
Oh, I believe in yesterday

Why she had to go I don’t know she wouldn’t say
I said something wrong, now I long for yesterday

Yesterday, love was such an easy game to play
Now I need a place to hide away
Oh, I believe in yesterday

 

2 comments

    • Compare on giugno 14, 2014 at 10:58 am
    • Rispondi

    Forse la più bella. Un po’ abusata nel tempo, ma è una di quelle rare canzoni che a mio parere si possono definire perfette. Nella versione di Mario poi… 🙂

    1. E nata da un sogno. Pazzesco… (bom bom mo’ lo faccio con la bocca…)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: