«

»

Mag 27

Jonathan Strange & il signor Norrell (serial)

 

Okay, questa settimana spariamo sulla Croce Rossa delle produzioni di serial italiani, presentando una seconda serie made in UK che noi non ci sogneremmo mai di fare. Un serial fantastico tratto da un romanzo di Susanna Clarke dove si mischia storia, magia, fantascienza e romanticismo? Ma scherziamo? Andiamo avanti ché dobbiamo fare un serial su un carabiniere che fa a braccio di ferro con un camorrista. Molto più divertente, eh?

locandina

Trama

Nell’800, la magia è ormai sparita dall’Inghilterra, ma anche dal resto del mondo, nonostante esista un’Accademia di Magia formata da gentiluomini che si ritrovano per parlarne. Ma una profezia di un misterioso Re Corvo dice che si risveglieranno due grandi maghi e che aiuteranno il paese a vincere la guerra contro Napoleone.

Considerazioni

Vi ho mai parlato di quanto siano eccellenti i serial inglesi? Almeno un paio di volte al mese, vero? E non solo parlando si serial, ma anche di film, ovviamente. Ebbene, qui ci troviamo davanti a un impianto che non sfigurerebbe se venisse proiettato in sala. Ricostruzione storica, interpreti talentuosi, effetti speciali superiori a quelli di certi film, e una storia che non fatico a credere abbia vinto un premio Hugo nella sua controparte letteraria. Non posso pronunciarmi sul romanzo, perché non l’ho letto, ma è un esempio di ucronia davvero ben ideato e riuscito.

Sebbene sia prematuro dare un giudizio complessivo, avendo visto per ora il primo episodio, posso promuovere almeno questo pilota, presentatosi veramente bene, con un ottimo mix di ironia, terrore e folklore. Se non farà qualche sciocco passo falso[1], questo potrebbe entrare di diritto nella mia classifica dei migliori serial visti in questi anni.
Da noi, ci sarà mai qualche coraggioso che deciderà di trarre un serial da qualche romanzo nostrano con tematiche del genere?

P.S. Volevo specificare che la serie non è prodotta da qualche canale misterioso, ma dalla TV nazionale, la BBC!

 

 

 

[1] Incrocio le dita, ma credo proprio che ciò non avverrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: