Mag 06

Scava quella Fossa (ebook)

Con il supporto del nuovo beta reader appena ingaggiato, Fabio Adani, amico di scorribande fin dai tempi dell’Oasis[1], sono riuscito a passare in tempi rapidissimi questa novelette al mio editor delle cose brevi, e ho potuto metterlo on line prima del previsto.

Fin1

Ho iniziato a scrivere questa storia un mesetto fa, dopo aver letto un meme sul web, di cui non vi dirò nella per non rovinarvi la sorpresa della trama. Insomma, vedendo quella battuta, non ho potuto fare a meno di mettermi alla tastiera e buttare giù una prima bozza, completata alcuni giorni dopo.
E come dicevo all’inizio, avevo bisogno di un beta reader che conoscesse i miei lavori, ma soprattutto che leggesse in tempi brevi.

Trovato quello, è stato facile portare a termine la revisione, passarlo all’editor (che lo ha sistemato in una mattinata), confezionare una copertina e metterlo on line, per la vertiginosa cifra di 0,99€. Essendo una novelette di circa 9000 parole (non chiedetemi le pagine, non le conto nemmeno più), ho pensato di metterlo al prezzo più basso possibile.
La copertina, come credo abbiano notato i vecchi cultori dell’horror letterario, è ispirata a quelle che si trovavano 20 anni fa nelle nostre librerie, e con uno stile che tuttora usano in U.S.A. L’intento, perlomeno, era quello. Spero di esserci riuscito.

Ma di cosa parla questa storia? In poche parole, cercando di non rivelarvi troppo, la trama si svolge da due punti di vista, quello di Flavio e quello del maresciallo De Luca. Il primo ha un cadavere nel congelatore, una borsa piena di soldi e un amico rompicoglioni che lo tormenta come un dente malato. Il secondo, invece, non è convinto che la scomparsa di un ragazzo del paese sia solo un allontanamento volontario.
E all’interno della storia, per chi ha già letto qualcosa di mio, ho inserito qualche cameo che spero possa far piacere. Leggendo il nome di De Luca dovreste avere già qualche indizio.

E ora, sinossi e link di acquisto:

Un corpo nel congelatore. Una sacca piena di soldi. Flavio continua a sognare il bosco dove seppellirà il cadavere. E lo deve fare prima che arrivi la pioggia. Prima che Spago, l’amico e complice che si è insediato a casa sua, lo faccia impazzire. 
Intanto, il maresciallo De Luca, con l’aiuto del brigadiere Cosentino, cerca di rimettere insieme gli indizi sulla scomparsa di Livo Panza, di cui si sono perse le tracce da giorni. 

 

Link di acquisto QUI

[1] Una leggendaria discoteca Metal di Sassuolo (MO)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: