In Pace come in Guerra (e-book)

E così, alla fine mi sono deciso a pubblicare questo romanzo, che scrissi nella primavera 2020 durante il lockdown che conosciamo tutti. Per quasi un anno, insomma, l’ho tenuto lì nell’hard disk, insieme ad altri romanzi che ho concluso ma che ancora non ho revisionato o fatti editare.

Copertina modificata dall’autore, acquistata su IStock

Perciò, in questi giorni dovreste trovare questo romanzo (specifico romanzo, perché mi pare ci sia ancora tanta confusione su cosa sia romanzo, racconto, romanzo breve ecc… e vi rimando a questo mio vecchio post, se avete dubbi) su Amazon, esclusivamente in formato digitale, a un prezzo di lancio di 1,99€. Da lunedì, passerà a 3,99€ e così rimarrà stabilmente.

Prima di lasciarvi alla sinossi, però, ci tengo a fare un premessa, che ho incluso anche all’inizio del volume: non è horror, non è urban fantasy, non fantasy e basta, non è di fantascienza. Non è altro che un noir ambientato nel modenese, dove non ci sono elementi paranormali o cose del genere. È un progetto che nacque così, e così lo portati a termine.

SINOSSI

Pëtr è bravo nel suo lavoro di consulente aziendale, ma deve accettare spesso casi in nero, a causa della sua ex moglie. Da tempo, lavora per Anita, e Anita paga bene.

Sergio ha una videoteca sul viale del tramonto, ed è sempre più disilluso sul futuro che potrà dare ai propri figli. L’unica certezza che ha per ora è il portico davanti al fiume, in cui si rifugia alla sera.

Greta è l’assistente personale di uno dei candidati a sindaco, la cui elezione potrebbe intaccare il protezionismo e l’equilibrio che vigono da decenni in città.

Tutti e tre si trovano a Ostri, in questo momento, nel cuore della provincia modenese. Non si sono mai incontrati prima, ma i loro cammini stanno per incrociarsi, dopo un furto di un computer che potrebbe avere conseguenze sulle loro vite.

Link per l’acquisto QUI

Un ringraziamento extra va a Fabio Adani, che oltre a essere un segugio di refusi, a questo giro mi ha aiutato a decidere il titolo, perché quello originario avrebbe stonato a livello di font in copertina. Quello che mi ha suggerito lui forse è ancora meglio di quello che avevo pensato io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: