Giu 20

A che punto siamo?

Devo farvi una confessione. Oggi ho realizzato che questo blog ha preso una via diversa rispetto a quello che pensavo quando lo aprii. All’inizio, volevo fare un bel blog con recensioni di cinema, libri, album e altro. Poi mi venne in mente di aggiungere un post extra al giorno, istantanee della giornata insomma. Alla fine, ho visto che purtroppo non mi andava di recensire nel vero senso della parola, e mi stava pure sulle palle dover spoilerare, tant’è che quando mi capitò, la gente non lesse per paura di trovare qualche scena raccontata per filo e per segno. Vedevo anche che non mi piaceva raccontare i libri, al massimo consigliarli.

Lo spero, almeno...

Ora, dopo quest’ultimo mese in cui si è stravolta la mia vita, se avessi tenuto la linea del blog di recensioni, sarei bello che fermo. Non sto vedendo film, perché sono impossibilitato a seguire qualsiasi cosa, sia su pc che in tv, in questa sorta di limbo in cui non si può fare nulla. Ho ripreso a leggere discretamente, quasi come facevo prima, dopo aver finalmente terminato un libro freno a mano. Ho scritto qualcosa ieri su un libro, ma era più un ode all’autore che una recensione vera e propria. Musica? Mi sono rimasti a disposizione una decina di cd, sugli oltre 200 che possedevo. Ascolto sempre quello, tanto sono svogliato nel cambiare.

Che immagine Vomantica

E quindi cosa farò di questo blog? Beh, finché non tornerà tutto nella norma, saranno istantanee delle giornata, che siano una canzone, una foto, un libro, una storia, un’idea. Qualsiasi cosa insomma. Sarà un blog se vogliamo un po’ egoista, ma che mi ricordi che periodo era questo. Magari a qualche lettore piacerà, a qualcuno no. Chissà…

9 comments

Vai al modulo dei commenti

    • claudio on giugno 20, 2012 at 9:44 am
    • Rispondi

    Bene o male, il tuo, pur rispettando determinate specifiche, è sempre stato un blog vario, con collegamenti di più tipi che nascevano dagli argomenti trattati. Credo sia uno dei suoi punti di forza. La cultura, tra l’altro, è la capacità di collegare tra loro più elementi fino ad inserirli in quadro più ampio e comprensibile (e, aggiungo io, interessante).
    Per quel che mi riguarda questo può essere un periodo nel quale gaurdare anche in altre direzioni, pur rimamendo fedele e coerente alle linee guida.
    Insomma, come si sarà capito, io continuo a seguirti con (come si usa dire) immutato interesse.

    1. Grazie Hermano, appena rientrerò nella normalità vedrò di fare dei miglioramenti ulteriori. Stay tuned! 😀

        • claudio vergnani on giugno 20, 2012 at 2:10 pm

        non ho alcun dubbio

  1. Marco, la varietà del blog al momento non è sicuramente la tua priorità principale. Il momento che stai vivendo è quello che è, quindi va BENISSIMO che tu aggiorni solo con istantanee di vita, è normale non poter seguire le proprie passioni ordinarie, in una situazione straordinaria. 😉

    Noi lettori fedeli comunque siamo sempre qui, a ogni aggiornamento. 😉

    Ciao,
    Gianluca

    1. Magari trovo un’illuminazione e la via del blog 😉
      Grazie per tutto, Grande! 😀

  2. Per come la vedo io, questo è il TUO blog e ci fai quello che ti pare. Chi non capisce cosa sta dietro la differenza di argomenti o la frequenza di aggiornamento merita solo tanti coniglietti… chi vuol capire capisca! 😀

    1. Ahahah, potrei mettere foto di cani: ne ho tre che mi girano intorno ogni volta che esco dalla porta 😉

  3. Io ho il mio blog a inizio giugno….da tempo pensavo di aprirne uno, ma c’erano talmente tante cose che volevo raccontare che alla fine non mi decidevo mai…a fine maggio ho avuto una bella ‘scossa’ e finalmente l’ho aperto e come te, racconto delle istantanee della giornata o delle riflessioni….forse é meglio cosí…pur essendo musicisti/scrittori/artisti, siamo sempre viaggiatori, fotografi dei luoghi dell’anima….

    1. Il blog alla fine è come il suo autore, quindi deve rispecchiarlo, no?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: