«

»

Lug 11

Cemetery Gates – Pantera

Nel 1995, uscì il primo di due film horror ispirati alla serie Tales from the Crypt, serie televisiva basata a sua volta dall’omonimo fumetto degli anni ’50. Il film è un low budget con Billy Zane nella parte del demone che assedia un hotel dove si nasconde – e cerca di difendere – il custode di una reliquia contenente il sangue di Cristo.

Locandina

Locandina

Il film, almeno in mezzo alla mia compagnia, divenne famoso ancora prima di essere visto, grazie a un’eccellente colonna sonora. A me, del suddetto album, non facevano impazzire tutti i pezzi, ma devo ammettere che era una compilation notevole, fatta interamente di pezzi metal o alternative rock. Le due punte di diamante, secondo i miei gusti, erano Diadems dei Megadeth, pezzo non contenuto in nessun album fino ad allora e incluso più tardi in Hidden Treasures, e Cemetery Gates dei Pantera, uno dei singoli di Cowboys from Hell.

Il Demone Zane

Il Demone Zane

Ed è proprio questo brano che apre la colonna sonora, e di cui è stata fatta una versione diversa per il film (la differenza non l’ho capita, tranne il taglio alla fine) e quindi un video dedicato con scene del film, a differenza dell’originale con il ragazzotto al cimitero, durante il funerale – deserto – della sua ragazza.
In entrambi i casi, val la pena ascoltarla e riascoltarla, figlia del periodo in cui i Pantera davano il meglio delle loro capacità, e lo stesso Phil Anselmo mostrava di essere un cantante versatile.

I Pantera all'epoca di Cowboy from Hell

I Pantera all’epoca di Cowboy from Hell

Enjoy it!

Cemetery Gates
Reverend reverend is this some conspiracy?
Crucified for no sins
An image beneath me
What’s within our plans for life
It all seems so unreal
I’m a man cut in half in this world
Left in my misery…

The reverend he turned to me
Without a tear in his eyes
It’s nothing new for him to see
I didn’t ask him why
I will remember
The love our souls had
Sworn to make
Now I watch the falling rain
All my mind can see
Now is your

Well I guess
You took my youth
I gave it all away
Like the birth of a
New-found joy
This love would end in rage
And when she died
I couldn’t cry
The pride within my soul
You left me incomplete
All alone as the memories now unfold.

Believe the word
I will unlock my door
And pass the
Cemetery gates

Sometimes when I’m alone
I wonder aloud
If you’re watching over me
Some place far abound
I must reverse my life
I can’t live in the past
Then set my soul free
Belong to me at last

Through all those
Complex years
I thought I was alone
I didn’t care to look around
And make this world my own
And when she died
I should’ve cried and spared myself some pain…
You left me incomplete
All alone as the memories still remain

The way we were
The chance to save my soul
And my concern is now in vain
Believe the word
I will unlock my door
And pass the cemetery gates

The way we were
The chance to save my soul
And my concern is now in vain
Believe the word
I will unlock my door
And pass the cemetery gates!
Gates! Gates!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: